la-numerologia-del-2021-arcanimaggiori.com

La Numerologia del 2021

La Numerologia è un’antica e misteriosa sapienza dei numeri, che ci aiuta a capire  tutto quello che accadrà in futuro.

Il quadro numerologico dell’anno 2021 evidenzia una continuità con quello del 2020. Quando l’anno scorso scrissi l’analisi annuale, la mia mente razionale non accettava i numerosi risultati problematici che risultavano emergere, e quindi cercai di addolcire la “pillola amara”, che invece si è puntualmente avverata.
Quest’anno cercherò di essere più diretto. Però si deve sempre ricordare che uno dei fondamenti della Numerologia è la Matematica probabilistica, quindi i risultati sono centrati sul valor medio, e sempre sono possibili delle deviazioni anche significative.

I NUMERI DEL 2021

la numerologia del 2021 numero 5Il cambiamento
Dal punto di vista Pitagorico, l’anno si presenta vestito di 5, un numero che rimanda immediatamente al cambiamento. Però questa è l’apparenza, nel senso che di cambiamenti ne arriveranno molti, ma per capire la loro origine bisogna entrare nel numero che si nasconde dietro al 2021, che è 7.

la numerologia del 2021 numero 7Spiritualità e problemi
Tra tutti i nove numeri, questo è il più problematico, nel senso che è bivalente. Da una parte ci richiama alla dedizione a sé stessi e alla crescita spirituale. Si dovrebbe lavorare contemporaneamente sia sul piano materiale che su quello spirituale,migliorando la nostra percezione della materia e la capacità di cogliere la scintilla divina riposta in ogni cosa. Quindi per alcuni si tratterà anche di un anno di iniziazione spirituale, in cui scoprire le proprie doti extrasensoriali. Per contro, però, il 7 è anche sinonimo di gravi problemi, a volte di sciagure, che possono comportare notevoli difficoltà.

AMORE

Per la vita affettiva ,la spinta è verso rapporti romantici, ma spesso ingannevoli. Per la vita professionale la situazione sarà molto incerta; anche qui possiamo venire ingannati o fraintendere le situazioni, ma come detto ci sarà anche chi saprà sfruttare la crisi economica per creare soluzioni positive.

DENARO

Dal punto di vista del denaro è un anno in cui è possibile sia migliorare che perdere il suo controllo; attenzione alla gestione familiare e alle relative tensioni che possono emergere. Il quadro indica che potremmo andare incontro ad una grave crisi economica.

SALUTE

Infine, per la salute è un anno in cui possiamo contrarre malattie batteriche e virali; siamo fisicamente vulnerabili. Voglio precisare che quest’ultima frase non l’ho scritta a fronte di quello che è successo nel 2020, ma si trova nel mio manuale di Numerologia Sacra scritto anni fa.

Periodi sì e no

Analizzando le settimane, ne avremo 4 di particolarmente positive, una in più dello scorso anno, ma comunque sempre al di sotto della media. Per quanto riguarda le sfide, praticamente da maggio a dicembre si evidenzia un lungo periodo d’insicurezza, d’incertezze, di mancanza di fiducia in sé stessi, particolarmente per chi ha un animo femminile. Questi mesi saranno problematici anche per la condivisione. La Numerologia non ci può svelare il perché, ma il risultato indica che ci saranno degli eventi che porteranno ad ulteriori chiusure, almeno a livello psicologico per le persone, e a livello politico, per le nazioni.

Cabalistica

La Numerologia Cabalistica fornisce un suggerimento importante, che è “Lasciare andare il passato”, senza restarne ancorati.
L’interpretazione di questa frase è, a livello personale, quella di rompere i legami karmici che portano a continue sconfitte. Lasciar andare il passato ci insegna a vivere nel Presente ed essere padroni del Futuro.

Indiana

Nella Numerologia Indiana emerge un anno legato a Ketu, il polo lunare discendente, che vale 7, e a Saturno. Questa combinazione riconferma, per tutt’altra strada, quanto detto.
Ketu può portare a ottimi sviluppi spirituali, con un distacco da tutto ciò che è materiale, ma anche a perdite di denaro, rabbia, frustrazione e problemi affettivi. Saturno non rende la vita facile, soprattutto nei rapporti di coppia, e in certi casi evoca anche problematiche di tipo giudiziario.
Infine i nomi dell’anno, “duemilaventuno” o “ventiventuno”, non sono entrambi adatti, e quindi contribuiscono a esaltare gli aspetti problematici.

Cinese

Anche nella Numerologia Cinese questo è un anno7, e questa triplice coincidenza è veramente molto rara. In questa Numerologia gli anni 7 sono molto dinamici, ma problematici per i rapporti di coppia. Dal punto di vista economico, i soldi vanno e vengono, con discontinuità. è molto probabile che ci sarà un crollo di diverse monete, a partire dal dollaro. Dal punto di vista della salute, i punti deboli sono polmoni, intestino crasso e reni. Durante l’anno si possono vivere anche periodi depressivi.

Come vedete, emerge un quadro non certamente positivo, ma bisogna sempre ricordare che siamo noi gli artefici di quello che ci succede. Quindi il mio suggerimento è di non farsi travolgere dagli avvenimenti, di prendere le distanze da qualsiasi fonte d’informazioni che generi paure o ansie, e di affrontare la vita giorno per giorno, con una grande fiducia in sé stessi. Oltre questo, cerchiamo tutti assieme di darci una mano e di non chiuderci in noi stessi. Ricordiamoci sempre che le energie circolanti cercano di aiutarci, non di ostacolarci, quindi cerchiamo di utilizzarle al meglio, soprattutto nei momenti di difficoltà.

i portafortuna dal mondo

I portafortuna dal mondo

Portafortuna, un viaggio virtuale alla ricerca di tutti gli oggetti che scacciano le negatività e portano bene in vari settori.

E’ probabile che non si possa viaggiare molto questa estate, ma niente paura: ogni paese del mondo ha il suo portafortuna, e se ve ne piace uno in particolare lo troverete in vendita anche nei negozi etnici presenti in tutta Italia. Ogni cultura e paese ha un simbolo o una pratica diversi che si crede possa portare fortuna. Che si tratti di trasportare ghiande per una buona salute o di mettere un elefantino nel negozio per una prospera giornata di lavoro. mentre le culture si sono evolute e assimilate, questi portafortuna hanno viaggiato attraverso continenti e mari. Dietro ogni portafortuna non c’è solo una superstizione o paura, ma una storia profondamente radicata connessa all’origine del fascino e alla cultura da cui proviene. Ecco allora un viaggio virtuale intorno al mondo alla ricerca di portafortuna.

Ghiande – Inghilterra

molto prima che le ghiande fossero considerate simbolo di buona fortuna, erano associate alla magia. Quando due streghe si incrociavano nel bosco, si scambiavano ghiande per far sapere a vicenda chi erano e che erano al sicuro gli uni dagli altri. Come simbolo di buona fortuna, si dice che le ghiande proteggano la propria salute. Si ritiene che tenere con sé una ghianda protegga da malattie, malanni e altri dolori.

Cornicello – Italia

Questo corno italiano noto come “cornicello” è stato utilizzato fin dall’antichità per scongiurare il malocchio. È ancora un comune simbolo di buona fortuna in Italia ed è spesso indossato dalle madri che allattano e dalla donna incinta. Era anche usato per mantenere la felicità nel matrimonio, poiché molti credono che il malocchio possa influenzare matrimoni e relazioni.

Dreamcatcher – Stati Uniti

Dreamcatcher portafortuna americanoIl cacciatore di sogni dei nativi americani Chippewa viene utilizzato per coloro che hanno difficoltà a dormire. Quando la persona dorme, si dice che il dreamcatcher intrappoli tutti gli incubi del dormiente, per donare buona fortuna e consentire ai buoni sogni di fluire liberamente. La leggenda narra che quando il sole sorge, i brutti sogni catturati nell’acchiappasogni si dissolvono, poiché non possono sopravvivere alla luce del giorno. I nativi americani Chippewa o Ojibwa hanno progettato questi acchiappasogni per aiutare a proteggere i propri figli. La tradizione è associata all’Asibikaashi, o Spider Woman, una donna della leggenda di Ojibwa che era una custode di tutti i bambini.

Elefante – India e Tailandia

Gli elefanti come simbolo di buona fortuna sono comuni in tutta l’asia, ma sono particolarmente importanti in India e Tailandia. Simboleggiano forza, potenza, stabilità e saggezza. molte persone credono che un elefante di fronte alla porta di casa porterà fortuna e prosperità a chi vi vive. Di conseguenza, molti imprenditori in Asia posizioneranno gli elefanti all’ingresso dei loro negozi per fortuna.

Proteggono dal malocchio

Gli amuleti porta fortuna possono evolversi dal folklore, dalla leggenda e persino dalla religione. Storicamente, molti erano usati per proteggere le persone dal malocchio, un bagliore maligno che si riteneva potesse causare danni. Che tu creda nella buona fortuna o meno, i motivi per cui questi ciondoli sono rimasti usatissimi nel corso della storia possono essere abbastanza convincenti da farti diventare un collezionista di talismani.

Quadrifoglio – Irlanda

Le probabilità di trovare un quadrifoglio sono presumibilmente una su diecimila, motivo per cui è considerato così fortunato. Le quattro parti simboleggiano la fede, la speranza, la fortuna e l’amore, e si dice che chiunque lo trovi abbia grande fortuna quel giorno. Una leggenda cristiana afferma che Eva abbia portato con sé un quadrifoglio dopo essere stata bandita dal Paradiso per ricordarselo. Quattro è anche considerato un numero maschile e si riferisce ai quattro lati della croce, quindi alcuni credono che il quadrifoglio sia un pezzo di Paradiso o il Giardino dell’Eden.

Gris-gris Ghana

Sebbene il gris-gris sia nato in Ghana, da allora è migrato in altre parti del mondo. I gris-gris sono tenuti a scongiurare il male e mantenere la buona fortuna. In Nord america, i gris-gris sono stati usati per fermare i pettegolezzi, attirare denaro e amore e mantenere una buona salute per coloro che li portavano. Inizialmente erano probabilmente bambole o immagini di divinità, ma da allora si sono evolute fino a diventare piccole borse piene di quattro diversi elementi: sale, incenso, acqua e fuoco, che di solito è rappresentato da una fiamma di candela. Gli ingredienti devono avere un numero dispari e non salire più di 13.

Hamsa – Israele e Medio Oriente

La mano di HamsaHamsa - Israele e Medio Oriente​, o Khamsa, è comune nelle comunità ebraiche e musulmane in segno di buona fortuna. Questo ciondolo si dice che protegga le persone dall’energia negativa e porti felicità all’osservatore. La parola “hamsa” fa riferimento al numero cinque in ebraico e si dice che simboleggi i cinque libri della Torah. Nell’Islam, le cinque dita sono associate ai Cinque Pilastri dell’Islam. L’occhio sulla mano rappresenta un occhio che vede tutto e fa attenzione a chi guarda.

Ferro di cavallo Stati Uniti

Sebbene il ferro di cavallo sia comune negli Stati Uniti come simbolo di buona fortuna, può essere trovato anche nell’arte islamica e nell’iconografia egizia. mentre i superstiziosi credono che appendere un ferro di cavallo sulla porta sia indice di buona fortuna, molti non sono d’accordo sul modo corretto di appenderlo. alcuni credono che le due punte del ferro di cavallo debbano essere rivolte verso l’alto, sostenendo che questo orientamento cattura e raccoglie buona fortuna. altri suggeriscono che le punte dovrebbero essere rivolte verso il basso.

Jin Chan Cina

Il “rospo d’oro”, è popolare in Cina come simbolo di fortuna e successo. Si dice che la rana appaia durante la luna piena, portando fortuna e proteggendo dalle brutte notizie. Con solo tre zampe, seduto in una pila di monete con una moneta in bocca, questa rana può essere fatta risalire a leggende cinesi. Secondo la leggenda, il dio taoista Liu Hai incontrò una volpe che voleva salvare e trasformare in una bella donna che lo avrebbe aiutato a diventare un dio. Perché ciò accadesse, doveva ingannare una rana per entrare in un pozzo, e lo fece con successo. Ha usato il potere della rana, e ora Jin Chan dovrebbe essere Liu Hai.

Le chiavi – In tutto il mondo

Le chiavi sono state un simbolo di fortuna e liberazione in tutto il mondo, utilizzate in molte società e cerimonie. ad esempio, nella fede cattolica, il Papa appena consacrato riceve due chiavi incrociate in diagonale. Una è d’argento, a simboleggiare l’autorità spirituale del Papa. L’altra è l’oro, che rappresenta il potere del cielo. Inoltre, le ostetriche ebree erano solite dare le chiavi a una donna che partoriva per “sbloccare” il bambino e garantire un parto sicuro del bambino. Oggi, le chiavi sono per lo più associate all’apertura delle porte e alla libertà, o in casi romantici, come chiave per il proprio cuore.

Buddha che ride – India e Tailandia

Sebbene il Buddha ridente possa essere trovato in culture di tutto il mondo, è prevalentemente presente in Tailandia e India. Simboleggia la felicità e l’abbondanza perché il Buddha che ride non è mai infelice. Di conseguenza, molte persone li portano nelle loro case o attività commerciali per allegria e buona fortuna. Tuttavia, molti credono che la fortuna del Buddha ridente sia efficace solo se gli sfreghi lo stomaco ogni giorno, mantenendo sempre un atteggiamento positivo. Oltre alla sua pancia prominente, il Buddha che ride spesso possiede molte altre caratteristiche che determinano il tipo di fortuna che porta alle persone.

Maneki Neko – Giappone

La statua del gatto maneki Neko è caratterizzata dalla sua zampa alzata. “Neko” significa gatto in giapponese e “maneki” significa fare cenno. Se la zampa sinistra viene sollevata, si ritiene che il gatto attiri i clienti e porti buoni affari ai proprietari dei negozi. Se viene sollevata la zampa giusta, si ritiene che attragga denaro e prosperità, rendendo il maneki Neko più efficace. maneki Neko può anche venire in molti colori diversi: bianco significa felicità, nero significa protezione, verde significa salute e calico significa estrema fortuna.

Nazar -Turchia

Il Nazar, o malocchio, è un amuleto per la protezione contro coloro che non hanno buone intenzioni. a differenza dell’Hamsa, il Nazar non ha alcun significato religioso. Per questo motivo, è diventato popolare nei paesi di tutto il mondo. In Turchia, il Nazar è di solito un gioiello blu con perline che viene indossato o utilizzato su oggetti personali

rendere la casa magica

Rendi la tua casa magica

Trasforma la tua casa in un rifugio magicamente protetto e caricato con talismani, erbe, oggetti che attirano fortuna, prosperità, amore, salute

Anticamente la magia faceva parte della vita quotidiana. Ogni cosa era carica di energia proveniente da un mondo invisibile. Soprattutto nelle case: nessuna era priva di talismani, incantesimi, pozioni per la guarigione, spiritelli, magia delle erbe… superstizioni? Eppure, oggi, la magia sta tornando nelle nostre vite. E le nostre case sono un tempio della Dea. O almeno possono diventarlo. Ecco allora un piccolo decalogo di antiche usanze magiche per trasformare la nostra abitazione in un rifugio magicamente protetto e caricato per rendere la nostra vita più felice e serena. Un luogo in cui la realtà fisica e quella spirituale siano entrambe riconosciute e in armonia, riempiendo così la vita di momenti meravigliosi ed esaltanti.

L’ingresso

La porta d’ingresso è uno dei luoghi più magici della casa. Anticamente, le divinità più potenti proteggevano le soglie (Ecate, Giano). È da qui che entrano ed escono le energie, positive e negative. È bene perciò concentrare buona parte degli incantesimi proprio qui. Molti di essi sono pratiche protettive: appendere una zucca all’esterno di una porta respinge gli influssi negativi spiacevoli, così come una corona di bambù. Un cerchio disegnato con il gesso sulla porta impedisce agli spiriti di entrare, e anche un sacchetto di sale o delle campanelle appese alla maniglia. Anche mettere due spilli incrociati sotto lo zerbino,spargere semi di senape e piantare tra chiodi a forma di triangolo con una punta verso l’alto nella facciata esterna della porta tiene lontani gli indesiderati e gli invidiosi. Per invitar invece le energie positive è sempre la porta il luogo ideale. Cinque monete lucide da un centesimo sotto l’ingresso porteranno denaro, per esempio. Se volete vedere uno spirito la porta è il luogo migliore per fare pratica: al tramonto o a mezzanotte state sulla porta, al buio, guardando nella stanza. Con la porta semiaperta, poggiate la guancia su di essa e sbirciate dentro. Se perseverate potreste vedere le entità benevole che vi proteggono e vi sono vicine: la porta è un’entrata su altri mondi. Se invece qualche spirito vi dà fastidio, potete scacciarlo sbattendo la porta diverse volte. Anche le chiavi sono magiche. Una chiave d’oro protegge dal malocchio. Tre chiavi in una catenella portano salute, ricchezza e amore. È sempre bene benedire le chiavi d’ingresso di casa nostra: una notte di luna piena riempite una bacinella d’acqua pura aggiungete un rametto di rosmarino, folgie di rosa, un po’ di lavanda e salvia. Lasciate le chiavi immerse nell’acqua, sotto la luna, per tre notti: diventeranno un potente talismano. Ogni voltà che aprirete la porta di casa, poi, le chiavi saranno uno strumento magico: esprimete un desiderio e si avvererà, solo girando le chiavi nella toppa. Ma attenzione: se desiderate ottenere qualcosa, fate l’incanto quando entrate in casa. Se volete liberarvi da qualcosa, fatelo quando uscite

La camera da letto

È importante scegliere bene la posizione in cui sistemare il letto. La testa a nord aumenta la stabilità, la calma, la prosperità e la guarigione veloce dalle malattie. A est ci sente più freschi, creativi, pronti a iniziare nuove cose e pieni di energie. Dormire con la testa a sud aumenta le energie fisiche, la passione, la volontà, ma potrebbe non essere una posizione molto riposante! Dormire verso ovest assicura amore e spiritualità e aumenta la sensibilità. È l’ideale per chi vuole praticare la magia del sogno. Per facilitare il sonno si possono mettere foglie di lattuga sotto il cuscino, una calamita legata alla testa del letto o un pezzo di ametista sotto il letto. Quando volete dormire, baciate il
cuscino e ditegli che volete addormentarvi, antico metodo usato dalle streghe che funziona sempre. Per difenderci durante il sonno: foglie di eucalipto sotto il cuscino, un coltello sotto il letto, uno specchietto accanto alla testata del letto, una pianta di ciclamino sul comodino, una scopa sotto il letto. Un incantesimo per trovare l’amore da fare in camera da letto: accendete una candela rossa e attendete finché non si è depositata molta cera nel piattino. Prendete un pizzico di petali di rosa, mandorle tritate e vaniglia polverizzata, mescolate alla cera quasi fredda e impastatela a forma di cuore, che poi appenderete sopra il letto.

Il bagno

In una casa magica non può mancare una vasca da bagno. La doccia non permette purtroppo azioni magiche: fare il bagno è un vero e proprio rituale. Ma vediamo come. I bagni possono aiutarci a guarire. La malattia può essere magicamente trasferita all’acqua e poi risucchiata dallo scarico. Il sale neutralizza tutte le negatività: basta aggiungerne una manciata a ogni bagno. Monete d’argento nella vasca assicurano l’arrivo di denaro. Un bagno al mattino aumenta la bellezza, come il lavarsi la faccia con la rugiada di maggio. Un bagno a mezzogiorno porta fortuna e benessere, durante la notte aumenta le capacità psichiche, al tramonto porta amore e tenerezza. Fare il bagno in diversi giorni della settimana porta benedizioni diverse:
lunedì: sogni profetici.
martedì: passione ed erotismo.
mercoledì: rafforza capacità intellettuali.
giovedì: porta denaro.
venerdì: rafforza o procura l’amore.
sabato: protegge e porta memorie di vite
domenica: dona forza e vitalità, rischiara le situazioni poco chiare

I mobili

I mobili hanno un loro potere magico. Intanto, se i mobili sono antichi e hanno qualche imperfezione, è quasi sicuramente voluta: serve per intrappolare le energie negative e permettere loro di andarsene. Tutte le cose perfette poi venivano ritenute pericolose perché attiravano l’invidia e la collera degli dei. In passato, si incidevano piccoli segni magici sui mobili come protezione. Ogni tipo di legno ha un potere diverso, eccone un piccolo elenco:

ebano: potere magico, protezione.
quercia: forza, salute, fortuna, protezione.
pino: denaro, esorcismo, guarigione.
sequoia: longevità.
ciliegio: amore.
teak: ricchezza.
cedro: purificazione, protezione.
acero: amore, denaro.
mogano: protezione.
noce: salute

In generale, i mobili andrebbero sistemati negli angoli per spezzarne l’energia negativa e permettere all’energia buona di scorrere liberamente. I mobili con gli angoli arrotondati sono perfetti per la casa magica. Tavoli rotondi, schienali delle sedie curvi e tappeti ovali rafforzano la casa e i suoi abitanti.

Le piante

Da sempre le piante sono le migliori alleate delle streghe. Se non potete avere un giardino, potete scegliere piante da interno secondo il loro potere magico.
Aloe vera: pianta lunare, protegge contro gli intrusi e le energie negative.
Anthurium: porta amore e bellezza.
Asplenio: protegge soprattutto i neonati.
Nocciolo dell’avocado: diventa una bellissima pianta che diffonde amore e aumenta il desiderio sessuale.
Bromelia: porta lusso e abbondanza.
Cactus: pianta solare che porta forza.
Ciclamino: protegge perché nessun incantesimo nocivo può funzionare dove vive.
Croco: porta amore e serenità.
Edera: respinge le negatività.
Felci: proteggono e aumentano la creatività, rafforzano qualsiasi incantesimo.
Ficus: dà un sonno riposante, in cucina porta prosperità e ricchezza.
Palme: emanano vibrazioni spirituali.
Tulipani: proteggono da povertà e tristezza o depressione, portano l’amore

Presagi e segni premonitori in casa

A metà fra magia e tradizione popolare, ecco alcuni piccoli segnali e i loro significato. Se vi state dondolando sulla sedia a dondolo e questa inizia a muoversi lungo il pavimento, arriverà qualcuno a trovarvi prima di sera. Se ribaltate la sedia quando vi alzate è segno che avete da poco mentito. Se durante la notte una delle stecche del letto esce dal suo posto è segno che la ricchezza sta per bussare alla vostra porta. Gettate sempre un po’ di sale, pepe o zucchero alle vostre spalle per evitare la sfortuna. Scambiare il sale con lo zucchero è un dolce presagio: porta buone notizie. Se nel caffè vedete delle bollicine è in arrivo denaro. Se fate cadere un bicchiere e non si rompe è la prova che avete amici che farebbero qualunque cosa per voi. Un uccello che vola in casa è un segno di fortuna e ricchezza. Una lucertola in giardino protegge. Vedere un ragno in casa porta fortuna, ma ucciderlo porta molta sfortuna. Se cade un quadro, si preannuncia un viaggio. Se lasciate le ante dell’armadio aperte qualcuno spettegolerà su di voi.

La Cucina

Cucinare è un atto di magia in cui le mani della cuoca trasformano ingredienti grezzi in qualcosa di molto più grande della somma delle sue parti. Il calderone magico in cui la Dea tutto trasforma trova la sua collocazione simbolica ideale in cucina, sostituito oggi da pentole e padelle. Tradizionalmente, trecce di aglio e cipolle pro teggono la cucina e cibi che vengono preparati, ma non vanno ma mangiate perché assorbono la negatività! Un barattolo di sale grosso custodito nello scaffale più alto assicura denaro e ricchezza, ma non va mai utilizzato per cucinare. Per allontanare ogni sorta di guai, fate questo piccolo incantesimo. Legate insieme due strofinacci, metteteli in una pentola d’acqua con tre foglie di alloro e fate bollire per un paio di minuti. Quando l’acqua è fredda, togliete tutto e versatela nel lavandino o fuori, nella terra, poi sotterrate gli strofinacci con le foglie. Tre piccole curiosità: quando fate un brindisi assicuratevi che i bicchieri si incontrino con un tintinnio, altrimenti il brindisi non verrà sentito dalle forze superiori. E lasciate sempre un boccone o due nel piatto perché coloro che pu liscono completamente il piatto conosceranno solo la povertà. Prima di mangiare un liquido con un cucchiaio rimestate tre volte il contenuto della scodella da destra a sinistra, in senso orario, poi togliete il cucchiaio e mangiate. Assicura grande fortuna.

RITUALI DI PURIFICAZIONE

Fare pulizia non basta: tutte le case raccolgono energie negative (pensieri di rabbia, paura, caos) nostre e dall’esterno. La negatività può rovinare relazioni, creare tensione, aumentare litigi e incidenti. Ma è abbastanza semplice liberarsene: ecco alcuni riti per “pulire” a fondo, a livello astrale, la nostra casa.

CON LA SCOPA
A primavera, o anche ogni mese, prima dell’alba prendete un ramo da un albero e ringraziatelo per il dono lasciando una moneta a terra. Prendete poi molti fiori con il gambo lungo e legateli al ramo per formare una specie di scopa. Poi spazzate il pavimento di ogni stanza visualizzando i fiori che assorbono la negatività. Infine lasciate la scopa a un incrocio.

CON IL LIMONE
Quando la luna è piena, pelate 9 limoni solo con le mani. Mettete le bucce in un secchio e aggiungete acqua. Spremete le scorze, visualizzate il potere dei limoni di purificare, e infine strofinate pavimenti, maniglie, finestre con l’acqua. Versatene un po’ in ogni scarico.

LA BOTTIGLIA PROTETTIVA
Prendete una grossa bottiglia e riempitela con pezzetti di filo di diverso colore. Quando aggiungete un pezzo di filo, giorno dopo giorno, pronunciate una frase come questa. “lega ogni male!”. Poi aggiungete rosmarino, aghi e spilli e riempite la bottiglia. Aggiungete un po’ di vino rosso, tappate e sigillate il tappo on cera nera. Mettete la bottiglia in un angolo nascosto della casa:
distrugge ogni negatività e malvagità.

Test per le negatività

rendere la casa magica con gli animali
Il cane è un buon rivelatore e ha un’istintiva antipatia per le zone perturbate, mentre il gatto ama le vibrazioni dei raggi tellurici della rete, in par ticolare in nodi di H e sceglie i luoghi a maggiore sollecitazione. Quindi state dove sta il vostro cane ed evitate di stare dove riposa il gatto. Questo è anche uno dei motivi che quando state male il gatto viene a coc colarvi: è goloso di quell’energia negativa. In generale gli animali che fug gono le geopatie sono: cani, ca valli, vacche, maiali, pecore, cicogne (dove fa il nido è un posto sicuro) e anche i topi. Animali che invece scelgono le zone geopatiche sono: formiche, termiti, api, vespe, lumache, oltre ai già citati gatti. Le api producono una quantità tripla di miele se sono su un nodo di H, termiti e formiche, invece, cercano le zone di più intensa irradiazione per co struirvi le loro dimore. Anche le piante si mostrano molto sensibili alle zone geo patogene, nelle quali hanno dif ficoltà di attecchimento e di crescita e subiscono più facil mente le malattie; una zona negativa è resa particolarmente evidente dalle siepi che, nella parte interessata, perdono vigore e ingialliscono. Tra le più sen sibili, il capelvenere e il prez zemolo in vaso, che nel luogo sabgliato non si sviluppano. Il cocomero, il sedano e la ci polla non riescono a crescere in zone perturbate. Anche di stese rigogliose di edera, felci e ortiche indicano la presenza di correnti telluriche e ci sono piante curative, come la calen dula e la menta, che massi mizzano aroma e proprietà pro prio grazie alla stimolazione delle radiazioni sotterranee

incantesimi di guarigioni

Incantesimi di Guarigione

Gli Incantesimi e il suono della primavera La Magia ci può aiutare a raggiungere e a conservare uno stato di piena armonia e benessere con noi stessi e con il mondo, soprattutto adesso a primavera. Ecco gli incantesimi che ci guariscono.

La magia non è altro che una guarigione spirituale, dove per guarigione si intende uno stato di recupero delle parti disperse dell’anima e uno stato di persistente armonia, benessere globale di corpo, mente e anima. Sicuramente gli incantesimi non possono propriamente guarire una malattia, ma possono aiutarci a propiziare e mantenere questo livello di qualità della vita. Ecco allora alcuni incantesimi di guarigione intesa in questo senso e più propriamente di prosperità, che è quello stato di grazia in cui stiamo bene con noi stessi e il mondo e non abbiamo bisogno di niente. Gli incantesimi agiscono su un diverso livello della guarigione e delle prosperità.

AFRODITE: ENERGIA DI BELLEZZA PER CORPO E ANIMA

Afrodite o Venere è la dea della bellezza, dell’amore, della sensualità, ma anche dell’armonia e dell’amore per se stessi, quel giusto amore necessaro per stare bene, vivere in gioia e prosperità, e anche indispensabile per essere amati dagli altri. In astrologia Venere rappresenta anche la salute ed è l’esempio perfetto di come salute fisica e benessere mentale, emotivo e dell’anima siano un qualcosa di inscindibile. Gli incantesimi per invocare la presenza della dea Afrodite nella nostra vita rappresenta quindi il miglior incanto di guarigione e il modo migliore, magicamente parlando, per avere bellezza interiore ed esteriore, salute, armonia e gioia di vivere.
Non esitiamo a fare questo incanto ogniqualvolta nella nostra vita sentiamo qualcosa che non va, che è stonato.

Per questo rituale ti serviranno:
6 candele rosa.
Olio di rose macerate.
Una tua foto a figura intera Incenso alla rosa.
Una manciata di petali di rosa di vari colori essiccati.
Un barattolo di vetro.
Un pezzo di stoffa di seta rosa.

Il Rituale:
Concentrati per qualche minuto per liberare la mente e rilassarti visualizzando un giardino di rose e respirando profondamente per 7 volte
Prendi la tua foto e scrivi sopra il tuo nome per tre volte.
Metti l’olio di rosa, i petali di rosa essiccati e la foto dentro il barattolo di vetro, e accendi l’incenso.
Metti le candele rosa attorno al barattolo di vetro e accendile in senso orario.
Recita questa formula magica: “Dea dell’Amore e della Bellezza, Afrodite, Venere, Astarte e Ishtar, portami salute e benessere, a corpo, mente e anima, e portami armonia! Afrodite portami benessere! Venere, portami benessere! Astarte portami benessere! Ishtar portami benessere! Benedetta sia la luce dell’Amore e della Bellezza di Afrodite, Venere, Astarte e Ishtar!”
Chiudi il barattolo, avvolgilo in un pezzo di stoffa rosa e tienilo sotto il tuo letto per sette notti.
Passati sette giorni prendi il barattolo avvolto nella stoffa e sotterralo così com’è dove nessuno potrà trovarlo, in un bosco.

CERERE: L’INFINITO NUTRIMENTO DEL PIACERE

Incantesimi d'amore
Cerere rappresenta il nutrimento, la cura, il primo piacere che l’essere umano prova. A questo pianeta possiamo rivolgerci se sentiamo che quello che abbiamo perso è la capacità di godere dei piaceri della vita. Se siamo caduti nella rete di una vita frenetica che non ci lascia un attimo per noi stessi. La vibrazione di Cerere ci strapperà ai ritmi artificiali per regalarci una vita più allineata con i ritmi naturali e grazie alla fresca brezza della nuova stagione potrà donarci l’estasi di nuove esperienze sensoriali, permetterci di prenderci cura di noi stessi, fare in modo che il nostro corpo torni a essere florido e prosperoso, bello in tutti i sensi! Prendiamo dei semi di orzo da piantare: l’orzo è il cereale un tempo sacro alla Dea Cerere, personificazione di Demetra, la dea delle messi. Compriamo un vaso apposito e del terriccio nuovi. Una volta allestito l’altare prendiamo tanti chicchi d’orzo quanti sono i nostri anni e teniamoli nella mano destra cercando di avvertirne la consistenza e immaginando che dentro a ognuno di questi chicchi sia custodita una vita, un prezioso dono di Demetra. Poi piantiamoli ad uno ad uno nel vaso che avremo riempito di terra, e per ogni seme piantato pronunciamo ad alta voce quello che vogliamo ottenere, che la nostra bellezza prosperi, per esempio, oppure che possiamo tornare ad avere gusto per la vita, ecc. Quando avremo terminato l’operazione innaffiamo con un po’ d’acqua, prendiamo il vaso tra le mani e cerchiamo di sentire la natura che farà il suo corso, la vita che sta per germogliare. Lasciamo il vaso in un angolo assolato della nostra casa. Se decidete di ripetere il rito per tre volte dovrete seminare solo un terzo dei semi alla volta e usare sempre lo stesso vaso avendo l’accortezza di lasciare lo spazio adeguato per gli altri semi. Ricordiamoci quando germoglieranno di bagnarli con costanza e usiamo un vaso abbastanza grosso! Al solstizio d’estate l’incantesimo sarà compiuto.

NETTUNO: LA CRESCITA INTERIORE PER UNA IMMENSA GIOIA

Se è un po’ che non proviamo soddisfazione per le mete interiori che raggiungiamo. Se riteniamo che è il momento per arrivare ad uno stato di consapevolezza più alta e che è ora di ricominciare il cammino alla scoperta di se stessi, le energie di Nettuno possono aiutarci dandoci soprattutto in questo periodo l’impulso necessario a rimettere in moto le energie spirituali della crescita interiore. Ma le vibrazioni di questo pianeta possono servirci anche più semplicemente per regalarci un sentimento di gioia e far esplodere la felicità nel nostro cuore. Quindi se arriviamo da un inverno in cui il nostro umore è stato un po’ sotto tono, non c’è niente di meglio che metterci sulla lunghezza d’onda di Nettuno. Il nostro piccolo altare dovrà innanzitutto essere allestito accanto alla vasca da bagno che riempiremo d’acqua e in cui getteremo una manciata di sale marino. Prima di entrare nella vasca ci saremmo procurati una candela galleggiante, va benissimo di colore bianco e dell’olio essenziale profumato ai fiori di loto. Assicuriamoci di non essere disturbati e soprattutto di avere il massimo silenzio possibile. Versiamo nella vasca da bagno subito prima di immergerci qualche goccia dell’olio essenziale. Non utilizziamo saponi per lavarci, ma godiamoci la nostra abluzione facendo attenzione affinché l’acqua non sia troppo calda, ma tiepida. Restiamo immersi in silenzio cercando di non pensare a nulla. Svuotiamo la mente da tutto, e lasciamo che i pensieri che ci angosciano vengano portati via dall’acqua che ci avvolge. Quando ci sentiamo pronti e purificati accendiamo la candela e lasciamola galleggiare sull’acqua: è il potere dello spirito che illumina la nostra vita. È importante che ci concentriamo sulla sua luce finché non sentiamo che questa luce tocca anche noi e illuminerà la nostra vita regalandoci una felicità sempre crescente. A questo punto possiamo uscire dalla vasca: lasciamo consumare la candela e solo quando si spegne svuotiamo la vasca.

PLUTONE: UN PO’ DI FUOCO PER ACCENDERE I RAPPORTI CON GLI ALTRI

Plutone è il pianeta dei molti rispetto all’uno, il suo motto potrebbe essere “l’unione fa la forza”, è legato alla specie più che all’individuo, alla mente collettiva. Possiamo stabilire un rapporto con la sua forza se ci sentiamo isolati e se sentiamo la necessità di uscire dall’isolamento in cui ci troviamo per ritrovare un contatto con le persone, sia quelle più vicino a noi che persone che ancora non conosciamo: un contatto insomma con l’ampio gruppo umano di cui facciamo parte e fare in modo che questi nuovi legami prosperino e ci aiutino a prosperare a nostra volta. Questo pianeta può in realtà aiutarci a creare rapporti di amicizia solidi e a far sì che questi possano crescere col tempo, ma ha bisogno di un innesco perché è un aspetto in cui le energie hanno più difficoltà a circolare. Perché non darle un po’ di fuoco quindi? Se disponiamo di un giardino possiamo organizzarci per accendere un piccolo falò, se siamo in casa andranno benissimo 8 candele (uno dei numeri associati al pianeta). Muniamoci di un fil di ferro di 80 cm e di una cordina sottile sempre di 80 cm che annoderemo in quattro punti al filo di ferro (sono quattro gli angoli di 90° di un quadrato). Accendiamo il falò o le candele e teniamo i fili tra le mani tra le mani, immaginando che il filo di ferro che unisce la mano destra alla sinistra è il filo che ci lega a tutte le persone del mondo, il filo che ci tiene legati a quell’unica rete che è l’umanità intera. Adesso gettiamo il filo di ferro nel fuoco o passiamolo nelle candele. Vedremo la corda bruciare: in questo modo dinamizziamo magicamente i nodi che ci impediscono di avere rapporti sereni. Se possiamo cerchiamo poi di scaldare il più possibile il filo di ferro, quasi ad arroventarlo, concentrati sul nostro proposito di riaccendere le relazioni con gli altri. Mettiamo il filo nostro filo di ferro al sicuro e conserviamolo fino al solstizio d’estate.

Questo esercizio andrebbe fatto per tutto un mese, tra l’alba e il mezzogiorno. In primo luogo dovete cercare di rilassarvi mentre focalizzate il Sole sopra di voi. Concentratevi sulla sua luce e iniziate una respirazione lenta, gonfiando l’addome. Visualizzate l’aria come se fosse una corrente luminosa che entra nel vostro corpo e lo riempie finché anche voi non siete diventati un essere di luce. Rimanete qualche istante in questo stato in cui sentite il vostro corpo essere diventato una creatura luminosa. Poi alzatevi rivolgendovi anche solo idealmente verso il Sole, ponete le mani a formare un triangolo sopra la testa e dite:

“Salute a te oh fonte di ogni luce, io ti prego donami la tua illuminazione”
.
Abbassando le braccia con le mani a triangolo di fronte al viso proseguite: “Illumina la mia mente affinché io possa percepire più chiaramente tutte le cose in cui io opero i miei sforzi”. Abbassando le mani a triangolo davanti al bacino, dite:
“E illumina la mia anima, infondendole, mio signore, l’essenza della purezza”.
Con i palmi delle mani all’altezza dell’ombelico con rivolti verso l’alto e le dita che si toccano:

“io rivelo a te la mia essenza interiore e chiedo che essa sia mondata e purificata.”

PER FAR TORNARE ENERGIE POSITIVE DI GUARIGIONE

purificazione energie positive
VIA LA NEGATIVITÀ
Spesso la vita che conduciamo, i conflitti non risolti con noi stessi e gli altri, le disarmonie che sperimentiamo ogni giorno ci fanno provare sentimenti pesanti e negativi. Un modo splendido, a metà fra magia e spiritualità, per riarmonizzare e rigenerare le energie è fare un’apertura dei chakra.
Si fa così: sedetevi a gambe incrociate e fate tre profondi respiri a occhi chiusi. Poi immaginate che una sfera di colore rosso si formi all’altezza di vostri organi genitali, vedetela ingrandirsi e splendere sempre di più. Fate un respiro e passate alla zona sotto l’ombelico dove vedrete formarsi una sfera di colore arancione che si ingrandisce, vibra e splende. Poi passate al plesso solare, e visualizzate una sfera di colore giallo oro. Adesso, sempre facendo un respiro, portatevi nella zona del cuore e visualizzate una sfera di colore verde brillante che pulsa di energia e splende. Un respiro, e passate alla zona della gola dove visualizzerete una sfera di colore blu. Poi portatevi nella zona della fronte vedendo una sfera di colore viola che si ingrandisce e splende. Infine, due dita sopra la testa, visualizzate una sfera di colore bianco, argento oppure oro. Fate tre profondi respiri e vedete dall’ultima sfera, quella del settimo chakra, una luce argentata che scende come una fontanella e arriva fino al primo chakra passando per tutti. Restate in questa visualizzazione per qualche minuto, poi ripercorretela al contrario chiudendo tutte le sfere, tranne l’ultima che non va mai chiusa completamente.

RADICAMENTO
Un esercizio per rigenerare tutto il corpo e lo spirito, molto usato prima degli incantesimi e anche esso stesso come incantesimo, è il radicamento o grounding. Seduti a gambe incrociate o distesi, immaginate delle radici sottilissime che escono dalla base della vostra spina dorsale, penetrano nel terreno e intanto si ingrandiscono, si rafforzano, diventano sempre più turgide, scendono nel terreno fino a raggiungere il centro o cuore della terra, qui assorbono una energia di colore verde brillante, una linfa che a ogni respiro risale per le radici e raggiunge il vostro cuore. Il cuore si riempie di questa energia calda, forte, brillante, e la diffonde per tutto il corpo. Poi visualizzate dei rami che escono dalla vostra testa e raggiungono il cielo, assorbono energia azzurra, fresca, limpida e la portano nel cuore. Le due energie si incontrano e armonizzano tutto l’essere.

Lettura della mano, i segreti della Chiromanzia

Lettura della mano, i segreti della Chiromanzia

La Chiromanzia è un sistema antico di divinazione che ha affascinato anche grandi pensatori.

Chi di noi non ha mai avuto la tentazione di farsi leggere la mano? Credo tutti. Almeno una volta, nella vita, abbiamo pensato o detto “dai, leggimi la mano!” Il pensiero che il nostro futuro, il nostro destino, siano scritti nelle linee della nostra mano porta ad una irresistibile curiosità.

LA STORIA

Ma la Chiromanzia dove è nata? Da dove deriva la parola? La Chiromanzia è una “scienza” che ha origini lontanissime. Nata in India, si è poi diffusa nel mondo, dalla Cina alla Persia, dall’Egitto alla Grecia. Il termine deriva dal greco: cheir = mano e manteia = divinazione. E’ questa curiosità che ha spronato, a partire dal 383 AC filosofi quali Aristotele, Plinio, Artemidoro, Ippolito fino al 1500 con alchimisti quali Paracelso Cardano ed Agrippa, a studiare le linee della mano.Agrippa nel “De Occulta Philosofia”, spiega come è possibile che dai segni sulla mano si possa determinare il destino degli uomini: “La Fisiognomia, la Metoposcopia e la Chiromanzia si basano su immagini, segni e aspetti e predicono le cose future non come cause, ma come effetti provenienti da una stessa origine. E quantunque simili divinazioni si compiano a mezzo delle cose inferiori e più deboli, tuttavia non si devono disprezzare o rifiutare i loro responsi, quando non derivano dalla superstizione ma dalla concordanza armonica di tutte le parti del corpo.”

UOMO E MANO

Nell’uomo la mano assume un ruolo importantissimo; la mano raccoglie la sintesi di tutta l’esistenza. Le sue linee fisiche sono il risultato non soltanto di un modo di vita esclusivamente materiale, ma rispondono anche a complesse eredità spirituali. Le linee e la forma della mano (tutta la mano comprese le dita), la Chirignomonia, possono offrirci importanti indicazioni per conoscere l’indole, le virtu’, i difetti e i principali avvenimenti che possono segnare il corso del destino dell’uomo. Attraverso la chiromanzia, si possono evitare e/o prevenire molti gravi errori.

CHIROMANZIA, DECLINAZIONI MODERNE

Nel XIX secolo il massimo cultore della scienza per l’interpretazione delle linee della mano si rivelò in Francia Adolphe Desbarolles. In data più recente madame De Thebes pubblicò un trattato dal titolo “L’Enigme de la Maine” La chiromanzia riguarda, appunto, la divinazione del futuro dell’individuo attraverso le linee della mano. I romani coltivavano questa scienza unitamente all’astrologia. Siamo ancora nel periodo precedente alla venuta di Cristo, perché dall’avvento del cristianesimo ogni scienza divinatoria fu considerata eresia e i chiromanti furono sovente messi al rogo. Rimasero soltanto alcune tribù di zingari a custodire gelosamente la conoscenza di questo metodo divinatorio”. Il libro più antico che riguarda lo studio della mano è custodito in un tempio dedicato a Brahma nell’alta valle del Gange. Contiene i disegni di centinaia di mani eseguiti in modo minuzioso e davvero mirabile. Sembra che il libro sia rilegato in pelle umana e la scrittura e disegni siano tracciati con una sostanza rossa indelebile.

LA PRATICA

chiromanzia le forme delle dira
Ma ritorniamo a noi… al nostro: “dai, leggimi la mano!” Da dove partire per una lettura, anche superficiale, della mano? Dalla sua forma! Sì, proprio dalla forma della mano e dalla figura geometrica che questa disegna nel suo insieme.​

INIZIARE UNA LETTURA Per prima cosa si guardano entrambe le mani, destra e sinistra, e se ne controllano le dimensioni… Triangolare a spatola oppure affusolate o allungate. A seconda di come sono fatte posso avere una prima indicazione sul temperamento dei loro proprietari

Terra

Triangolare: Palmo squadrato e dita corte: chi possiede questa forma della mano è una persona solitamente puntuale, ordinata e tendenzialmente conservatrice, perfezionista nato. Sarà una persona che tenderà sempre alla realizzazione delle cose, qualsiasi cosa. Sarà difficile farla uscire dagli schemi! E’ una mano tendenzialmente legata a dei segni di terra, o che hanno nel loro tema astrale una forte influenza di segni di terra.

Fuoco

Allungata: Il palmo sarà allungato e le dita corte un poco larghe all’altezza dell’attaccatura: è un tipo di mano frequente nelle persone d’azione, dedite ai mutamenti e mai ferme! E’ una persona che va diritta allo scopo, piena d’entusiasmo, irritabile, impulsiva, che non si culla nelle fantasie. E’ una persona ambiziosa. E’ una persona che va diritta alla meta, ed ha sempre bisogno di muoversi. Questa è la mano di persone che sono tendenzialmente di segni di fuoco, o che hanno nel loro tema natale molti pianeti in segni di fuoco.

Acqua

Affusolata o Conica: Palmo quadrato e dita lunghe: appartiene spesso agli artisti e rivela la maggior parte delle volte un animo socievole ed ingegnoso, ma anche cautela e instabilità d’umore, carattere mutevole, introspezione e vita interiore, misticismo. Questa è la mano di persone che sono tendenzialmente di segni di acqua, o che hanno nel loro tema natale molti pianeti in segni d’acqua.

Aria

Il palmo e dita saranno lunghe: è una forma abbastanza rara ed indica una persona fragile, romantica e molto sensibile, capace di grandi entusiasmi ma al contempo anche di grandi delusioni e disillusioni. Ma le dita allungate indicano anche una persona che ha l’amore per i particolari, delle minuzie, se poi sono lisce ci troviamo dinnanzi ad un artista. Questa è la mano di persone che sono tendenzialmente di segni di aria o che hanno nel loro tema natale molti pianeti in segni d’aria.

LE DITA

Poi si guardano le dita e, per la precisione, si controllano il pollice ed il mignolo. Queste due dita offrono un veloce input sulla personalità di chi abbiamo innanzi a noi. Se guardando la mano vediamo un mignolo piegato ad angolo retto ci troviamo dinanzi ad una persona tendenzialmente avara, gretta d’animo. Se la prima falange del pollice (quella con l’unghia) è inesistente o molto corta ci troviamo innanzi ad una persona con poca volontà; se, invece, la prima falange del pollice è ben proporzionata al resto del dito, ci troviamo innanzi ad una persona con volontà e logica. Dal punto di vista Magico il pollice racchiude i tre mondi ben distinti. La prima falange (quella con l’unghia) rappresenta la volontà, l’invenzione, l’iniziativa e, in certi casi, la dominazione. Questo è il Mondo Divino dei Magi. La seconda falange, quella che viene dopo, è il segno della logica, del giudizio del ragionamento. Questo è il Mondo Astratto. Il monte che forma all’interno la radice del pollice, rappresenta la terza falange, chiamato anche Monte di Venere è il mondo materiale. Dopo questo primo sguardo generale della mano, possiamo alle linee del palmo. Le linee principali sono tre: la linea della Testa (o del lavoro), la linea della Vita, linea del Cuore.

LINEA DELLA VITA

Va sempre letta dall’alto verso il basso, vicino al polso. La lunghezza da sola non è un’indicazione sicura di longevità, tuttavia chi possiede una linea della vita lunga e ben marcata, avrà generalmente una vita sana e separazioni lungo la linea indicano cambiamenti o conflitti. E’ l’unica linea di cui si può, indicativamente, calcolare, con sufficiente approssimazione, il tempo in cui si verificano gli avvenimenti. Se l’essere umano vive circa 90/100 anni possiamo dividere la linea in 9 parti uguali dall’inizio alla fine, evidenziando, così, le decine degli anni di una persona. A quel punto ogni interruzione, isola, o linee che attraversano la linea della vita indica quando un evento potrebbe avvenire. LINEA DELLA TESTA (o del Lavoro) Questa linea permette di giudicare le capacità intellettuali e la forza di volontà. Se questa linea corre diritta senza inclinazione, mancano solidarietà e fantasia. Se è profonda rivela un carattere riservato, intensità di pensiero e opinioni decise. Se la linea è breve denota leggerezza, imprevidenza. Interruzioni, isole, denotano cambi di lavoro. Quando è molto lunga è segno di intelligenza profonda, ottima memoria, mente lucida. LINEA DEL CUORE (sentimenti, matrimoni, unioni, separazioni) Si trova alla base delle dita, sotto i monti di Giove, Saturno Urano e Nettuno. Indica relazioni non soltanto di natura romantica, ma anche le qualità affettive del soggetto. Indica la carica emotivo-passionale, l’ardore ed il desiderio, la collera e l’impulsività. Se la linea è particolarmente profonda i sentimenti saranno intensi, appassionati e tenaci. Se la linea è tracciata molto in alto, cioè vicina alle dita indica che vi è controllo delle emozioni, carattere pratico e tendenza all’egoismo. Molte piccole diramazioni dalla linea del cuore indicano ricettività verso nuove persone. chiromanzia la forma delle dita

LINEE SECONDARIE

Esistono molteplici linee secondarie ne esaminiamo tre in particolare: LINEA DEL DESTINO La linea indica in un certo modo le circostanze che influiranno sullo svolgersi della vita dell’individuo. Essa non si rivela in tutte le mani. La mancanza indica una vita senza rilievo. Se la linea del destino comincia sulla linea della testa indica che la persona otterrà grandi risultati grazie allo sforzo accademico. Se la linea è sottile si avrà una particolare predisposizione a subire duri colpi dalla sorte. LINEA DEL SUCCESSO Se la linea parte da quella del destino predice soddisfazioni nella carriera dovute ad una costante applicazione. Una sua interruzione indica, invece, un periodo di difficoltà. Se parte dalla linea della vita indica attitudini artistiche e riuscita dovuta esclusivamente ad iniziativa personale. LINEA DELLA SALUTE Una linea lunga e diritta denota buona salute, intuizione, intelligenza sottile. Una linea ondulata e tortuosa preannunzia disturbi in special modo al fegato. Se nasce lontana dalla linea della vita fa prevedere longevità del soggetto. Se è molto obliqua fino a dirigersi verso l’estremità del palmo della mano se ne deduce instabilità di umore e carattere capriccioso. Un’altra linea da tenere in considerazione è la linea della “spiritualità”, la linea del Mago. Questa linea si trova sotto al mignolo, è piccola e sottile, parte dalla base del dito e scende verso il palmo della mano per circa un centimetro. Si modifica con la crescita spirituale della persona: può diramarsi o allungarsi o, in alcuni casi, aumentare di numero per poi ricongiungersi in un’unica linea.

I MONTI

Da tenere in considerazione, per una corretta lettura della mano, sono i Monti. Questi sono dei piccoli promontori che si trovano nel palmo della mano. Sono stati denominati con i nomi dei sette pianeti conosciuti dagli Astronomi ed astrologi in epoca antica. MONTE DI VENERE Il più famoso è il Monte di Venere. In alcuni testi viene anche chiamato il Piano di Venere. La differenza sta, che in alcuni testi, il rigonfiamento della mano che si posiziona appena sotto il pollice viene chiamato il Monte del Sole in quanto definiscono la linea della Vita la linea del Sole. Personalmente il Monte del Sole lo posiziono sotto all’anulare della mano. Di conseguenza il rigonfiamento sotto al nostro pollice è il nostro famoso Monte di Venere. E’ abbastanza intuitivo capire che il Monte di Venere indica la capacità di amare, sia fisica che sentimentale, di una persona. E’ la sua capacità di mettersi in rapporto emotivo e passionale con gli altri, la capacità di “godere dei piaceri della vita”. E’ anche un modo per capire se una persona si fa trascinare dagli impulsi o se è insicura con poco interesse ai piaceri. MONTE DI MARTE La parte superiore indica la determinazione e la resistenza, l’ostinazione e la testardaggine. Se è troppo sviluppato la persona potrebbe essere troppo audace ma anche sconsiderata, se invece ha dimensioni troppo ridotte ci troviamo davanti ad una persona che cede spesso alla paura ed all’apprensione. La parte inferiore riguarda L’operosità e l’estroversione. Si possono trovare indicazioni sull’ambizione ed il coraggio fisico, il senso di iniziativa e l’aggressività. Se molto grande avremo una persona incline alle sfide, se infossato denota una persona che manca delle capacità di confrontarsi con se stesso. MONTE DI APOLLO Il Monte di Apollo o Monte del Sole esprime il gusto per il bello e la creatività. Se troppo pronunciato si trasforma in esibizionismo e presunzione. Le persone che lo hanno posizionato molto in alto (molto vicino all’attaccatura del dito alla mano) sono, generalmente, un poco superficiali e sempre alla ricerca del piacere. Nelle persone in cui questo monte non è pronunciato o totalmente mancante sono portate ad una vita ascetica. MONTE DI MERCURIO Il monte di Mercurio è posizionato appena sotto il mignolo. Indica la facilità di comunicazione, esprime capacità organizzative negli affari. Se ben visibile denota socievolezza, se poco visibile indica un carattere chiuso. Se sopra vi sono delle linee ( dette “del samaritano”) significa che la persona è portata per dei lavori in campo sociale. Affossato indica una persona con mancanza di freni morale ed etici. MONTE DI GIOVE Posizionato sotto l’indice indica la fiducia in sé stessi. L’idealismo e la socievolezza. Il senso di autorità. Se molto pronunciato avremo una persona ambiziosa e presuntuosa, se quasi inesistente avremo una persona con totale mancanza di fiducia in sé stessa. MONTE DELLA LUNA Il Monte della Luna è la zona della ricettività sia positiva che negativa. Le parole chiave sono intuito, immaginazione, illusione, sensibilità, follia, visioni psichiche, il subconscio la spiritualità. Una prominenza accentuata di questa zona è spesso presente in persone di accentuata sensibilità psichica, dedita alle arti, sognatrice e, in casi estremi, visionaria. La presenza di un numero eccessivo di linee nella zona indica una persona incline a fantasticare, a vivere in un mondo popolato di fantasmi con predisposizione a forme di nevrosi MONTE DI SATURNO Posizionato sotto il medio rivela sincerità e senso di responsabilità. Abbiamo davanti una persona precisa e perseverante. Se il monte è molto accentuato è indice di pessimismo, se è poco evidente è segno di inquietudine. chiromanzia significato dei monti La lettura della mano non si ferma qui. Ogni linea, del dorso e del palmo, ogni monte o affossamento, ogni nodo delle dita ci porta a capire, a scoprire, noi stessi e le persone che incontriamo. La verità stupefacente e meravigliosa è che le linee cambiano con il cambiare dell’esperienza, della crescita spirituale, intellettiva, ed emozionale della persona. Sapere che potrà accadere una avvenimento, positivo o negativo, dona la possibilità di modificare il proprio comportamento affinché si avveri oppure no. Il nostro libero arbitrio è ciò che ci aiuta a far crescere noi stessi ed a cambiare.
La visione del futuro, Chiaroveggenza

La visione del Futuro: Chiaroveggenza

Chiaroveggenza e percezione, uomini e Dei

Mentre la divinazione presuppone in qualche modo l’intervento, diretto o indiretto, di una divinità, la chiaroveggenza, viceversa, dipende, sostanzialmente, dall’abilità dell’operatore. Entrambe sono funzionali alla conoscenza del futuro e, in ambito magico, entrambe sono capacità raggiungibili da chiunque si appresti ad uno dei due metodi di conoscenza della realtà fenomenica indicati da Oswald Wirth nella sua opera: la “via secca” o la “via umida”. Tramite la prima si apprende attraverso la propria sfera mentale, l’analisi, la sintesi, avvalendosi esclusivamente delle proprie capacità intellettuali e razionali. La “via umida” si segue, invece, aderendo all’esperienzialità dell’istinto, della capacità intuitiva, dell’affinità elettiva. Sia nell’uno che nell’altro caso, comunque, è possibile acquisire la capacità di percepire il futuro.

MECCANISMO DELLA CHIAROVEGGENZA

Per spiegare come funzioni la chiaroveggenza è necessario che si implichi obbligatoriamente una supposizione del futuro in una delle seguenti modalità. La prima è che gli eventi futuri in realtà non esistano e non possano, quindi, produrre alcun effetto sul presente. Tuttavia bisogna partire necessariamente dal presupposto che il futuro, come potenziale, sia già contenuto nel presente. Un esempio, classico, per spiegare questa apparente aporia è quello del “seme e del fiore”: un giardiniere può esaminare il seme e predire esattamente come sarà il fiore. Alcune premonizioni possono però appoggiarsi su indizi che non sono facilmente riconoscibili nello stato cosciente: un rumore insolito può suggerire una futura situazione di pericolo, ma è necessaria la sensibilità per poterlo cogliere. Il chiaroveggente, quindi, deve essere eccezionalmente abile per riuscire a percepire indizi e segni che alla gente comune appaiono impercettibili, ma non solo! Deve essere in grado anche di dedurli teoricamente. Gerhard Dietrich Wasserman, fisico dell’Università di Durham, ha teorizzato che tutti gli eventi esistano sotto forma di schemi mentali senza tempo con i quali sono associate tutte le particelle, sia viventi che no, dell’universo. Tale teorizzazione si rifà alla classica definizione dell’Ermetismo da parte di Ermete Trismegisto “Così sopra, così sotto”, in cui l’Universo, il Macrocosmo, contiene innumerevoli microcosmi ognuno dei quali riassume caratteristiche e ordinamenti di quello grande. Così l’uomo è un microcosmo della Terra, le cui arterie sono i fiumi e così via. Di conseguenza i vari ordini di esseri, animati ed inanimati hanno gradazioni molto vicine negli attributi e nelle proprietà da fornare una catena singola in cui è impossibile determinare con precisione dove finisca uno e cominci l’altro per via del loro strettissimo legame. Questa “catena dell’essere”, quindi, collega l’animato con l’inanimato attraverso una gradazione di attributi in comune il che consente da parte di chiunque dotato di discernimento e di apposita tecnica di “vedere il futuro nel presente, come in uno specchio”, come asseriva Leibniz.

L’ONDA PSITRONICA

Teorizzata nel 1965 dal fisico e matematico Adrian Dobbs è la conseguenza del rendersi effettivo della molteplicità di possibilità di cambiamento esistente a livello subatomico nel corso dello svolgersi degli eventi. Durante questo processo si provocano dei disturbi che creano in un’altra dimensione temporale, dei “fronti d’onda psitronici”, ovvero un’ampiezza di probabilità, che certi individui particolarmente sensitivi possono essere in grado di registrare nei propri neuroni. E’ come, sostiene Dobbs, quando viene lanciata una piccola imbarcazione giocattolo da una sponda di un piccolo lago, mentre sulla sponda opposta si trova una persona che non è in grado di vedere la nave, ma che vede le onde sollevate da esa quando raggiungono la riva sulla quale si trova. Queste onde, muovendosi e attraversando lo specchio d’acqua, superano vari ostacoli: erbe, foglie, ceppi di legno, sia fissi che in movimento. Questi oggetti creano, quindi, delle turbolenze nel fronte dell’onda che l’uomo sulla riva può osservare nei minimi particolari, il che gli consente di vedere sia le immagini degli oggetti che li hanno prodotti, sia il tempo necessario perché questi arrivino a riva. Nell’esempio la nave giocattolo rappresenta l’evento che si svolge nel tempo, il suo corso nel laghetto una delle tante rotte che avrebbe potuto prendere e la dimensione temporale da cui proviene, il laghetto rappresenta un’altra dimensione temporale in cui intervengono altri fattori, mentre l’onda del battello il fronte d’onda psitronico raccolto dall’uomo sulla riva che rappresenta l’apparato neuronico che lo riceve, ovvero il chiaroveggente. Più lontano è l’evento nel futuro, più numerosi sono i fronti d’onda e più complessa diventa, quindi, la predizione.

come attirare la fortuna in casa

Come attirare la Fortuna in Casa

Attirare la fortuna in casa e respingere la malasorte e le negatività: ecco metodi antichi, tradizionali e magici per assicurarci una vita di grande prosperità e felicità.

Anticamente la magia faceva parte della vita quotidiana. Ogni cosa era carica di energia proveniente da un mondo invisibile. Soprattutto nelle case: nessuna era priva di talismani, incantesimi, pozioni per la guarigione, spiritelli, magia delle erbe… superstizioni? Eppure, oggi, la magia sta tornando nelle nostre vite. E le nostre case sono un tempio della Dea. O almeno possono diventarlo. Ecco allora un piccolo decalogo di antiche usanze magiche per trasformare la nostra abitazione in un rifugio magicamente protetto e caricato per rendere la nostra vita più fortunata e serena. Un luogo in cui la realtà fisica e quella spirituale siano entrambe riconosciute e in armonia, riempiendo così la vita di momenti meravigliosi ed esaltanti.

L’INGRESSO

La porta d’ingresso è uno dei luoghi più magici della casa. Anticamente, le divinità più potenti proteggevano le soglie (Ecate, Giano). È da qui che entrano ed escono le energie, positive e negative. È bene perciò concentrare buona parte degli incantesimi proprio qui. Molti di essi sono pratiche protettive come appendere una zucca all’esterno di una porta respinge gli influssi negativi spiacevoli, così come una corona di bambù. Un cerchio disegnato con il gesso sulla porta impedisce agli spiriti di entrare, e anche un sacchetto di sale o delle campanelle appese alla maniglia. Anche mettere due spilli incrociati sotto lo zerbino,spargere semi di senape e piantare tra chiodi a forma di triangolo con una punta verso l’alto nella facciata esterna della porta tiene lontani gli indesiderati e gli invidiosi. Per invitar invece le energie positive è sempre la porta il luogo ideale. Cinque monete lucide da un centesimo sotto l’ingresso porteranno denaro, per esempio. Se volete vedere uno spirito la porta è il luogo migliore per fare pratica: al tramonto o a mezzanotte state sulla porta, al buoi, guardando nella stanza. Con la porta semiaperta, poggiate la guancia su di essa e sbirciate dentro. Se perseverate potreste vedere le entità benevole che vi proteggono e vi sono vicine: la porta è un’entrata su altri mondi. Se invece qualche spirito vi dà fastidio, potete scacciarlo sbattendo la porta diverse volte. Anche le chiavi sono magiche (Ecate aveva le chiavi dell’universo, e antichi sacerdoti e sacerdotesse possedevano delle chiavi come simbolo di potenti legami magici con le loro divinità). Le chiavi rappresentano la saggezza, il raggiungimento di livelli superiori di consapevolezza e protezione magica. Una chiave d’oro protegge dal malocchio. Tre chiavi u una catenella portano salute, ricchezza e amore. È sempre bene benedire le chiavi d’ingresso di casa nostra: una notte di luna piena riempite una bacinella d’acqua pura aggiungete un rametto di rosmarino, folgie di rosa, un po’ di lavanda e salvia. Lasciate le chiavi immerse nell’acqua, sotto la luna, per tre notti: diventeranno un potente talismano in grado di tenere lontano tutte le negatività. Ogni voltà che aprirete la porta di casa, poi, le chiavi saranno uno strumento magico: esprimete un desiderio e si avvererà, solo girando le chiavi nella toppa. Ma attenzione: se desiderate ottenere qualcosa, fate l’incanto quando entrate in casa. Se volete liberarvi da qualcosa, fatelo quando uscite.

I MOBILI

I mobili hanno un loro potere magico. Intanto, se i mobili sono antichi e hanno qualche imperfezione, è quasi sicuramente voluta: serve per intrappolare le energie negative e permettere loro di andarsene. Tutte le cose perfette poi venivano ritenute pericolose perché attiravano l’invidia e la collera degli dei. In passato, si incidevano piccoli segni magici sui mobili come protezione. Ogni tipo di legno ha un potere diverso, eccone un piccolo elenco.
Ebano: potere magico, protezione.
Quercia: forza, salute, fortuna, protezione.
Pino: denaro, esorcismo, guarigione.
Sequoia: longevità.
Ciliegio: amore.
Teak: ricchezza.
Cedro: purificazione, protezione.
Acero. Amore, denaro.
Mogano: protezione.
Noce: salute.
In generale, i mobili andrebbero sistemati negli angoli per spezzarne l’energia negativa e permettere all’energia buona di scorrere liberamente. I mobili con gli angoli arrotondati sono perfetti per la casa magica. Tavoli rotondi, schienali delle sedie curvi e tappeti ovali rafforzano la casa e i suoi abitanti.

CAMERA DA LETTO

È importante scegliere bene la posizione in cui sistemare il letto. La testa a nord aumenta la stabilità, la calma, la prosperità e la guarigione veloce dalle malattie. A est ci sente più freschi, creativi, pronti a iniziare nuove cose e pieni di energie. Dormire con la testa a sud aumenta le energie fisiche, la passione, la volontà, ma potrebbe non essere una posizione molto riposante! Dormire verso ovest assicura amore e spiritualità e aumenta la sensibilità. È l’ideale per chi vuole praticare la magia del sogno. Per facilitare il sonno si possono mettere foglie di lattuga sotto il cuscino, una calamita legata alla testa del letto o un pezzo di ametista sotto il letto. Quando volete dormire, baciate il cuscino e ditegli che volete addormentarvi, antico metodo usato dalle streghe che funziona sempre. Per difenderci durante il sonno: folgie di eucalipto sotto il cuscino, un coltello sotto il letto, uno specchietto accanto alla testa del letto, una pianta di ciclamino sul comodino, una scopa sotto il letto. Un incantesimo per trovare l’amore da fare in camera da letto: accendete una candela rossa e attendete finchè non si è depositata molta cera nel piattino. Prendete un pizzico di petali di rosa, mandorle tritate e vaniglia polverizzata, mescolate alla cera quasi fredda e impastatela a forma di cuore, che poi appenderete sopra il letto.

BAGNO

In una casa magica non può mancare una vasca da bagno. La doccia non permette purtroppo azioni magiche: fare il bagno è un vero e proprio rituale. Ma vediamo come. I bagni possono aiutarci a guarire. La malattia può essere magicamente trasferita all’acqua e poi risucchiata dallo scarico. Il sale neutralizza tutte le negatività: basta aggiungerne una manciata a ogni bagno. Monete d’argento nella vasca assicurano l’arrivo di denaro. Un bagno al mattino aumenta la bellezza, come il lavarsi la faccia con la rugiada di maggio. Un bagno a mezzogiorno porta fortuna e benessere, durante la notte aumenta le capacità psichiche, al tramonto porta amore e tenerezza. Fare il bagno in diversi giorni della settimana porta benedizioni diverse: Lunedì: sogni profetici Martedì: passione ed erotismo Mercoledì: rafforza capacità intellettuali Giovedì: porta denaro Venerdì: rafforza o procura l’amore Sabato: protegge e porta memorie di vite Domenica: dona forza e vitalità, rischiara le situazioni poco chiare.

CUCINA

Cucinare è un atto di magia in cui le mani della cuoca trasformano ingredienti grezzi in qualcosa di molto più grande della somma delle sue parti. Il calderone magico in cui la Dea tutto trasforma trova la sua collocazione simbolica ideale in cucina, sostituito oggi da pentole e padelle. Tradizionalmente, trecce di aglio e cipolle proteggono la cucina e cibi che vengono preparati, ma non vanno ma mangiate perché assorbono la negatività! Un barattolo di sale grosso custodito nello scaffale più alto assicura denaro e ricchezza, ma non va mai utilizzato per cucinare. Per allontanare ogni sorta di guai, fate questo piccolo incantesimo. Legate insieme due strofinacci, metteteli in una pentola d’acqua con tre foglie di alloro e fate bollire per un paio di minuti. Quando l’acqua è fredda, togliete tutto e versatela nel lavandino o fuori, nella terra, poi sotterrate gli strofinacci con l foglie. Tre piccole curiosità: quando fate un brindisi assicuratevi che i bicchieri si incontrino con un tintinnio, altrimenti il brindisi non verrà sentito dalle forze superiori. E lasciate sempre un boccone o due nel piatto perché coloro che puliscono completamente il piatto conosceranno solo la povertà. Prima di mangiare un liquido con un cucchiaio rimestate tre volte il contenuto della scodella da destra a sinistra, in senso orario, poi togliete il cucchiaio e mangiate. Assicura grande fortuna.

LE PIANTE

Da sempre le piante sono le migliori alleate delle streghe. Se non potete avere un giardino, potete scegliere piante da interno secondo il loro potere magico. Aloe vera: pianta lunare, protegge contro gli intrusi e le energie negative Anthurium: porta amore e bellezza Asplenio: protegge soprattutto i neonati Nocciolo dell’avocado: diventa una bellissima pianta che diffonde amore e aumenta il desiderio sessuale Bromelia: porta lusso e abbondanza Cactus: pianta solare che porta forza Ciclamino: protegge perché nessun incantesimo nocivo può funzionare dove vive. Croco: porta amore e serenità Edera: respinge le negatività Felci: proteggono e aumentano la creatività, rafforzano qualsiasi incantesimo Ficus: dà un sonno riposante, in cucina porta prosperità e ricchezza Palme: emanano vibrazioni spirituali Tulipani: proteggono da povertà e tristezza o depressione, portano l’amore.

Rituali di Purificazione
Fare pulizia non basta: tutte le case raccolgono energie negative (pensieri di rabbia, paura, caos) nostre e dall’esterno. La negatività può rovinare relazioni, creare tensione, aumentare litigi e incidenti. Ma è abbastanza semplice liberarsene: ecco alcuni riti per “pulire” a fondo, a livello astrale, la nostra casa.

bottiglie magicheBOTTIGLIA PROTETTIVA
Prendete una grossa bottiglia e riempitela con pezzetti di filo di diverso colore. Quando aggiungete un pezzo di filo, giorno dopo giorno, pronunciate una frase come questa. “lega ogni male!”. Poi aggiungete rosmarino, aghi e spilli e riempite la bottiglia. Aggiungete un po’ di vino rosso, tappate e sigillate il tappo con cera nera. Mettete la bottiglia in un angolo nascosto della casa: distrugge ogni negatività e malvagità.

scopa portafortunaCON LA SCOPA
A primavera, o anche ogni mese, prima dell’alba prendete un ramo da un albero e ringraziatelo pr il dono lasciando una moneta a terra. Prendete poi molti fiori con il gambo lungo e legateli al ramo per formare una specie di scopa. Poi spazzate il pavimento di ogni stanza visualizzando i fiori che assorbono la negatività. Infine lasciate la scopa a un incrocio.

limoni portafortunaCON IL LIMONE
Quando la luna è piena, pelate 9 limoni solo con le mani. Mettete le bucce in un secchio e aggiungete acqua. Spremete le scorze, visualizzate il potere dei limoni di purificare, e infine strofinate pavimenti, maniglie, finestre con l’acqua. Versatene un po’ in ogni scarico.

sale contro il malocchioCON IL SALE GROSSO
È un metodo antico come il mondo ma sempre validissimo: prendete una ciotola riempita di sale grosso, tracciatevi sopra un pentacolo, poi mettete una piccola manciata di sale ai quattro angoli di ogni stanza. La successiva luna nuova spazzate e ripetete.

Giove: come agisce il pianeta della fortuna nella tua vita

Giove: come agisce il pianeta della fortuna nella tua vita

Fortuna significa qualcosa di diverso nella vita di ognuno: vediamo cosa ti rende fortunato e come ottenerlo con Giove nei segni..

Già nell’astrologia antica Giove possedeva la caratteristica di donare magnanimità e fecondità ed era legato all’abbondanza e alla fortuna, indicando non tanto l’edonismo e i piaceri esclusivamente materiali della vita, una qualità forse più tipica di Venere, ma anche rettidudine e armonia. La posizione di Giove nei segni ci offre un’indicazione di come la persona riuscirà a conciliare il raggiungimento delle sue mete e dei suoi obiettivi con l’amore per la vita e i suoi doni. Ci troviamo davanti al pianeta del piacere, ma non solo un piacere derivato dalle ricchezze materiali, ma anche da quelle interiori. In Giove si distilla quanto c’è di prezioso in noi e quanto la possibilità di goderci la vita sia davvero reale e duratura e non semplicemente la continua ricerca dell’effimero. È infatti in ultimo la capacità di sentirci soddisfatti di ciò che ci circonda e di essere in sostanza re e regine di noi stessi, così come Giove era il re dell’Olimpo. La sua posizione nei segni esprime da una parte in che modo ci inseriremo nell’esistenza, se sapremo o no coglierne i frutti ed essere felici, e dall’altra anche la nostra carica di ottimismo. Queste espressioni di Giove possono sfociare sia nella ricerca di agi, comfort e soddisfazioni anche materiali, sia nell’amore per la pace e per la stabilità che diventa una garanzia per la nostra fortuna nella vita. E Giove è anche il piacere del cibo: un elemento importantissimo nella nostra vita. Vediamo a seconda della posizione di questo pianeta nei segni come mutano le sue qualità fondamentali. Potrete calcolare in quale segno si trova Giove al momento della vostra nascita e leggere qui di seguito che cosa ha in serbo per voi.

Giove in Ariete

Il godimento della vita è rappresentato soprattutto dall’azione e la felicità significa essere attivi e fare delle cose, ma anche dalla possibilità di inserirsi in modo pieno e consapevole in una vita sociale intensa. Tutto questo è anche fonte di una grande volontà produttiva quindi che può essere molto costruttiva e benefica anche per le persone che ti circondano anche se questa voglia di creare ha comunque un risvolto teso alla soddisfazione personale. L’edonismo però non è cieco e sei capace anche di rendere partecipi gli altri del tuo successo e di farti seguire nelle cose che fai, incitando e incoraggiando chi ti è accanto.
Cosa ti fa stare bene: Hai bisogno di stare con gli altri e non ami la solitudine. Ti piace essere cordiale e generosa e soprattutto quando ti senti al centro dell’attenzione o quando sai di essere popolare nel tuo ambiente senti di aver raggiunto il massimo del piacere.
I cibi che ti rendono felice: I sapori intensi, ma non troppo, forti ma con un certo garbo perchè Giove armonizza la ricerca del piccante tipica dell’ariete. Possono andare bene per te cibi con aglio (che abbassa la pressione) e cipolla, ma il peperoncino potrebbe essere già troppo. Attenzione in generale a non esagerare nel mangiare perchè gli eccessi benchè sporadici sono possibili, quindi attenta alle indigestioni.
Fortuna: Spesso le imprese più ardite e in cui il successo è più incerto saranno quelle che ti daranno le maggiori soddisfazioni e che ti porteranno il maggior benessere. Attenzione però a non lasciarti guidare sempre o troppo da un cieco ottimismo, ma comunque a valutare quantomeno istintivamente tutti i rischi e le possibilità che ti vengono offerte.

Giove in Toro

In questo segno le caratteristiche del pianeta vengono molto accentuate. Sei una persona che normalmente non viene toccata dalle critiche e che è incapace di sarcasmo così come di intolleranza. I piaceri della vita ti vengono da cose piuttosto materiali, in particolare una grande passione per il cibo e anche per il sesso vissuto con grande partecipazione, perchè la tua indole ti porta ad esprimere il piacere e a manifestare pienamente l’affettività che provi per le persone che ami o anche per coloro a cui sei legata.
Cosa ti fa stare bene: A tavola è uno dei momenti in cui realizzi te stessa, ma la tavola non rappresenta solo il cibo come piacere, ma è anche il momento in cui puoi stare in famiglia con i tuoi cari e sentirti circondata di affetto. La difesa degli affetti familiari è per te un imperativo categorico a cui non sapresti rinunciare e per questo ti trovi bene nei contesti più tradizionali, e che ti offrono una grande tranquillità.
I cibi che ti rendono felice: Sono davvero pochi i cibi che disdegni, ma in generale non punti tanto sulla quantità quanto sulla qualità di quello che mangi. Del cibo ami anche l’aroma e non solo il sapore, i piatti elaborati e le miscele ardite di sapori sanno esaltarti al massimo, ami sughi e formaggi e diventi piuttosto abitudinaria… attenzione però al colesterolo, questo potrebbe essere un punto debole.
Fortuna: Troverai sempre una grande soddisfazione nella vita amorosa e nella sessualità. Il tuo partner probabilmente avrà dei tratti un po’ paternalistici, ma saprà sempre prendersi cura di te, regalandoti delle grandi soddisfazioni.

Giove in Gemelli

Hai bisogno della libertà e di sentirti uno spirito privo di vincoli, tuttavia sei anche molto pigra e soprattutto volubile. È facile che tu sia un po’ capricciosa e che tu non ti sappia mai decidere sulle cose. Sei spesso molto ottimista, ma lo sei in modo un po’ troppo ingenuo e più che quello che ti piace, qui Giove ci dice che cosa non ti piace, cioè la serietà e la seriosità. Amando i giovani e la giovinezza avrai la capacità di mantenere un atteggiamento molto giovanile fino alla tarda età.
Cosa ti fa stare bene: Ti piace il riposo e detesti impegnarti in cose troppo laboriose, la vita semplice e l’immediatezza che ti offrono le situazioni sono una fonte di benessere. Per te una gratificazione deve arrivare subito, se c’è troppo da penare per avere un po’ di gioia senti che non ne vale la pena, per questo ami “cogliere l’attimo”, ti accontenti dell’istante e possiamo dire che voli di istante in istante.
I cibi che ti rendono felice: Ami l’agrodolce, il dolce amaro e l’acidulo. Più che i sapori insoliti apprezzi moltissimo i contrasti, non sei molto interessata al cibo e soprattutto ad una alimentazione equilibrata per questo potresti soffrire di carenze di alcuni principi nutritivi e patire di una certa debolezza. Aiutati con degli integratori salini e vitaminici.
Fortuna: Con te la Fortuna sembra andare e venire. Non sempre sei in grado di sfruttare le occasioni che la dea benadata ti offre perchè non sei abbastanza attenta o forse si potrebbe dire che non sei abbastanza disponibile nei suoi confronti, tante volte ti aspetti che tutto arrivi su un piatto d’argento, ma a volte per cogliere le occasioni bisogna anche saltare!

Giove in Cancro

È una posizione abbastanza edonistica e che denota l’amore per il comfort e per le abitudini consolidate. Il quieto vivere è la dimensione ideale in cui si sviluppa il piacere dell’esistenza è un giove placido che non disdegna però l’agio sfrenato a patto che non sia fonte di eccessiva preoccupazione. Hai un fascino tutto particolare che è molto difficile da definire, ma di cui gli altri si rendono subito conto, ami la comodità, ma al contempo sei capace di condividere la tua ricchezza, in una sorta di atteggiamento nobiliare parecchio legato al tradizionalismo con cui ti sai proporre.
Cosa ti fa stare bene: Ti piace molto spendere e soprattutto spendere tanto. Ti trovi bene in un ambiente lussuoso e ami vestirti se non in modo elegante, sicuramente senza badare a spese. Sapere di poter spendere è per te la fonte stessa della felicità, non importa in che cosa impiegherai il tuo denaro, l’importante è poterlo impiegare in qualcosa, infondo il fine diventa secondario rispetto all’atto.
I cibi che ti rendono felice: Sapori delicatissimi e non aggressivi sono i più indicati per il tuo palato, per esempio lo yogurt, e tutto ciò che ha una consistenza morbida e un po’ cremosa. Ti piacciono anche i cibi tradizionali come la polenta. Attenzione alle carenze di vitamina A, non ami troppo la frutta e la verdura che la contengono, e all’indebolimento della vista come dei vasi sanguigni.
Fortuna: La Fortuna per te ti viene direttamente dalla natura, sai far crescere qualunque cosa in un giardino o in un orto ed è in questo ambiente che ti possono capitare le cose più meravigliose e che consideri un dono del cielo… forse non vincerai mai il primo premio della lotteria, ma non è detto, ma sarai sempre forunata in tutte le lotterie più rustiche, e di paese. Non diventerai miliardaria a colpi di biglietti vincenti, ma magari vincerai una mucca da latte come primo premio!

Giove in Leone

Il piacere viene da dentro di te. Ti piace sentirti prodiga e munifica e soprattutto ami che gli altri lo notino, te lo facciano notare anche con un regalo e lo dicano in giro. Spesso questo atteggiamento tende a diventare letteralmente ipertrofico e a volte potresti essere fraintesa… ma il tuo immenso ottimismo ti porta ad amarti senza condizioni e ad esaltare al massimo il tuo Io. Sfrutti il tuo fascino e ne trai un immensa soddisfazione quando il colpo va a segno e ami i gesti teatrali, ma attenta a non essere troppo verbosa o esagerata nelle tue manifestazioni.
Cosa ti fa stare bene: È il consenso senza condizioni che ti porta all’apice, sia che venga da una persona sola, sia da un gruppo o da una folla, per te alla fine non ha grande importanza. Ricerchi l’approvazione perché ami esibirti ed esporti con grande calore e quindi ricerchi quelle situazioni siano esse mondane o private dove hai la possibilità di poter fare qualcosa che venga notata da qualcuno e possibilmente ammirata. E che l’ammirazione venga espressa in modo chiaro, palese, anche reiterato.
I cibi che ti rendono felice: Ami l’abbondanza, ma non sei insensibile alla raffinatezza. Per te un vero pasto va dall’antipasto al dessert e soprattutto la tavola deve essere assolutamente imbandita e ricca. Attenzione però perchè con tanta abbondanza potresti correre il rischio di andare in sovrappeso e una volta presi i chili di troppo non riuscirai facilmente a smaltirli, non amando particolarmente stare a dieta o fare ginnastica o sport di qualche tipo.
Fortuna: La Dea bendata ha poggiato spesso le sue labbra sulla tua guancia e tu lo sai e ne vai fiera. Spesso ti vanti infatti anche delle cose che non sono merito delle tue abilità, ma infondo senti comunque di meritartele, cerca di non suscitare invidie, malgrado la tua prodigalità qualcuno potrebbe risentirsi di fronte a certi eccessi e a certe esibizioni.

Giove in Vergine

Non sei una persona che si lascia abbagliare dai piaceri effimeri che può offrire la vita, il legame con gli appettiti più terreni è molto labile, mentre la vera sensazione di gioia e benessere viene regalata dai valori estetici ed etici. Ami la vita calma, tranquilla e serena, ma malgrado questo c’è anche un forte senso di adattabilità alle varie circostanze purchè non si presentino in modo troppo brusco e repentino.
Cosa ti fa stare bene: Sicuramente ami la compagnia degli altri, purchè non sia eccessivamente chiassosa, ma ti consenta di fare prolifiche chiacchierate. Provi una profonda avversione per la solitudine e tuttavia ami contemplare le cose belle, siano essi dei semplici oggetti o delle vere e proprie opere d’arte. Quando vedi la giustizia trionfare senti sempre che quel trionfo appartiene anche un po’ a te.
I cibi che ti rendono felice: Gli accostamenti tra i cibi devono essere ben equilibrati. La carne e il pesce sono molto adatti al tuo palato. La preparazione stessa del cibo deve seguire prima di tutto le regole del buon gusto. Potrebbero essere possibili dei problemi intestinali, anche di natura psicosomatica, per cui è sempre importante integrare nell’alimentazione dei fermenti lattici.
Fortuna: Giove in bilancia non denota particolari colpi di Fortuna però favorisce una vita serena e armoniosa e tanto basta, soprattutto gli imprevisti spiacevoli vengono tenuti lontani come da uno schermo che sta tutto intorno a te… e questo non è assolutamente poco.

Giove in Bilancia

Non sei una persona che si lascia abbagliare dai piaceri effimeri che può offrire la vita, il legame con gli appettiti più terreni è molto labile, mentre la vera sensazione di gioia e benessere viene regalata dai valori estetici ed etici. Ami la vita calma, tranquilla e serena, ma malgrado questo c’è anche un forte senso di adattabilità alle varie circostanze purchè non si presentino in modo troppo brusco e repentino.
Cosa ti fa stare bene: Sicuramente ami la compagnia degli altri, purchè non sia eccessivamente chiassosa, ma ti consenta di fare prolifiche chiacchierate. Provi una profonda avversione per la solitudine e tuttavia ami contemplare le cose belle, siano essi dei semplici oggetti o delle vere e proprie opere d’arte. Quando vedi la giustizia trionfare senti sempre che quel trionfo appartiene anche un po’ a te.
I cibi che ti rendono felice: Gli accostamenti tra i cibi devono essere ben equilibrati. La carne e il pesce sono molto adatti al tuo palato. La preparazione stessa del cibo deve seguire prima di tutto le regole del buon gusto. Potrebbero essere possibili dei problemi intestinali, anche di natura psicosomatica, per cui è sempre importante integrare nell’alimentazione dei fermenti lattici.
Fortuna: Giove in bilancia non denota particolari colpi di Fortuna però favorisce una vita serena e armoniosa e tanto basta, soprattutto gli imprevisti spiacevoli vengono tenuti lontani come da uno schermo che sta tutto intorno a te… e questo non è assolutamente poco.

Giove in Scorpione

Il vero piacere della vita è l’attitudine critica che dimostri verso di essa. Non è certo un atteggiamento distruttivo, ma al contrario, è quell’ingrediente che consente di raggiungere il successo con un’innata abilità e una vera e propria volontà di potenza. Il godersi la vita parte innanzitutto dalla testa, è un piacere intellettuale e il desiderio di soddisfare le tue ambizioni legate alla tua creatività. Hai una propensione per gli altri che spesso si traduce in una sensualità trascinante, ma che è anche capace di un affetto sincero.
Cosa ti fa stare bene: Le situazioni insolite sembrano essere il tuo pane quotidiano, tutto ciò che è ripetitivo è come fumo nei tuoi occhi. Hai bisogno di avere sempre a portata di mano la possibilità di mostrare il tuo estro e la tua intelligenza penetrante che ha volte ha dei tratti quasi profetici. Essere al centro dell’attenzione non ti interessa, ma sicuramente senti di essere una persona auoterevole e tale ami essere considerata.
I cibi che ti rendono felice: Il cibo per te deve avere sempre il giusto condimento, o il contorno perfetto. Una sorta di cornice che esalta il contenuto di quello che mangi. Non disdegni la cacciagione che ha anche proprietà afrodisiache che aumentano la tua propensione verso la sensualità. Le carni più usuali non ti dicono granchè, attenzione perchè potresti soffrire di lievi anemie.
Fortuna: La tua buona stella sarà qualcuno che verrà attratto irresistibilmente dal tuo fascino e che non saprà starti lontano. Non sei una persona che si approfitta degli altri, ma in generale saranno gli altri a venire da te e a offrirti spontaneamente i loro doni. Saranno regali che la vita ti farà e che ti porterà in sostanza il destino anche se attraverso degli intermediari.

Giove in Sagittario

La sicurezza non ti manca mai e le tue convinzioni sono solide e radicate e fonte di immenso potere oltre che piacere quando si trovano confermate nelle varie vicende della vita. C’è un certo piacere al moralismo e al fare la predica agli altri, spesso con poco spirito critico. Non c’è necessità nè di edonismo nè di mondanità, ma la vera forza di questa posizione sta nelle condizioni del fisico che sembrano essere perfette e la tua salute è ciò che ti sta profondamente a cuore. Sai curarti di te stessa e del tuo corpo e lo fai con vera capacità e passione.
Cosa ti fa stare bene: Un ambiente pulito e soprattutto sano è il tuo elemento ideale. Il candore e la lealtà nei confronti delle persone con cui hai dei vincoli completano il quadro delle condizioni necessarie al tuo benessere e che ti fanno sentire in piena armonia con il mondo.
I cibi che ti rendono felice: I formaggi stranieri e in generale i cibi che vengono da altri paesi possono diventare una vera passione. Non sei una persona ingorda, ma ami assaporare le specialità dei luoghi più impensanti e i piatti più strani. Devi fare attenzione in questo senso alle patologie infettive che possono colpire l’intestino.
Fortuna: Il benessere materiale non ti manca, ma ciò che caratterizza di più il tuo lato Fortunato è l’essere sempre in piena salute. Hai una forma atletica e sana anche se non la vai a ricercare e la vita non ti regalerà particolari acciacchi o dolori legati al tuo fisico.

Giove in Capricorno

La curiosità l’elemento che ti contraddistingue e il desiderio di provare sempre nuove esperienze e fare altrettante nuove conoscenze. In questo sei accompagnata da un grande spirito diplomatico che ti porta a cercare sempre di seminare concordia tra le persone. Vedere la felicità e l’accordo intorno a te è la cosa che davvero ti piace di più. Sei aperta alle più svariate suggestioni e riesci a ricomporre anche i contrasti più strani come se tutti fossero tasselli di un unico grande mosaico.
Cosa ti fa stare bene: Quando riesci a distaccarti dai tuoi desideri personali per guardare le persone che hai intorno e occuparti di loro ti sembra di essere nella situazione più perfetta. Spesso ami i contesti che stanno un po’ al di fuori delle regole, non si tratta però di anticonformismo, ma della ricerca di un piacere che tu senti come proibito. Dei piaceri, come comunemente vengono intesi, non sai proprio che fartene.
I cibi che ti rendono felice: Ovviamente è il sapore della novità quello che prediligi. Spesso quando pubblicizzano un nuovo prodotto alimentare alla televisione non sai resistere alla tentazione di comprarlo e di assaggiarlo subito, ma più per la tua innata curiosità che per la finezza delle papille gustative. Rischi però di non badare ai cibi che fanno bene e di soffrire di carenze alimentari di vario genere, ma soprattutto bevi molto per aiutare i tuoi reni.
Fortuna: Tutto quello che ti viene dal nuovo andrà sempre benissimo, per questo è importante che tu ti lanci nelle imprese che semplicemente senti di dover affrontare anche solo per istinto. Dai viaggi possono venirti occasioni inaspettate e redditizie e spesso i soldi arrivano come per magia dalle cose e dalle situazioni più impensabili.

Giove in Aquario

La curiosità l’elemento che ti contraddistingue e il desiderio di provare sempre nuove esperienze e fare altrettante nuove conoscenze. In questo sei accompagnata da un grande spirito diplomatico che ti porta a cercare sempre di seminare concordia tra le persone. Vedere la felicità e l’accordo intorno a te è la cosa che davvero ti piace di più. Sei aperta alle più svariate suggestioni e riesci a ricomporre anche i contrasti più strani come se tutti fossero tasselli di un unico grande mosaico.
Cosa ti fa stare bene: Quando riesci a distaccarti dai tuoi desideri personali per guardare le persone che hai intorno e occuparti di loro ti sembra di essere nella situazione più perfetta. Spesso ami i contesti che stanno un po’ al di fuori delle regole, non si tratta però di anticonformismo, ma della ricerca di un piacere che tu senti come proibito. Dei piaceri, come comunemente vengono intesi, non sai proprio che fartene.
I cibi che ti rendono felice: Ovviamente è il sapore della novità quello che prediligi. Spesso quando pubblicizzano un nuovo prodotto alimentare alla televisione non sai resistere alla tentazione di comprarlo e di assaggiarlo subito, ma più per la tua innata curiosità che per la finezza delle papille gustative. Rischi però di non badare ai cibi che fanno bene e di soffrire di carenze alimentari di vario genere, ma soprattutto bevi molto per aiutare i tuoi reni.
Fortuna: Tutto quello che ti viene dal nuovo andrà sempre benissimo, per questo è importante che tu ti lanci nelle imprese che semplicemente senti di dover affrontare anche solo per istinto. Dai viaggi possono venirti occasioni inaspettate e redditizie e spesso i soldi arrivano come per magia dalle cose e dalle situazioni più impensabili.

Giove in Pesci

Ami la tua intimità e le sensazioni ed emozioni che in essa coltivi e che a volte possono farti sembrare una persona isolata da tutto il resto. Eppure provi anche molto piacere nel comunicare queste sensazioni. Questa ambivalenza è molto marcata e tante volte non sai se guardare dentro te stessa oppure se cercare fuori di te. Sei molto portata verso degli atteggiamenti che esprimano profonda tenerezza, per te il contatto fisico non significa piacere erotico, ma semplicemente emozioni che vivi in quell’attimo quasi mistico ed estatico.
Cosa ti fa stare bene: Certamente per te la solitidine diventa spesso una condizione ideale, dove poter raccogliere le idee e far fluire le emozioni lontanbo da sguardi indiscreti. Ti piace anche scriverle, magari in forma poetica o nel tuo diario personale. Le situazioni mondane ti fanno sentire come un “pesce” fuor d’acqua, evitale, ma dedicati con intensità ai rapporti a due dove puoi sentirti più intima e raccolta.
I cibi che ti rendono felice: Non ami il piccante, ma adori le spezie come lo zafferano e la cannella, così anche i cibi amalgamati con la besciamella o la panna. Hai bisogno soprattutto di proteine e carboidrati più che di grassi e devi cercare di evitare, nelle stagioni calde di ridurre l’apporto calorico in modo eccessivo per evitare indebolimento e ipotensione arteriosa.
Fortuna: Le ispirazioni momentanee e creative potrebbero aprirti molte strade anche se spesso non sai come usare. Devi lasciarti guidare dalle tue emozioni che ti sanno condurre lontano dai mari in burrasca, ma nei luoghi dove i venti soffiano e conducono la tua barca al sicuro. Non sei estranea ai colpi di Fortuna, ma spesso perdi quello che guadagni con altrettanta facilità.

CHE COS’E’ LA FORTUNA E COME FARLA FLUIRE

A livello esoterico o magico, la fortuna non esiste o almeno non come la intendiamo comunemente. Non succede che qualcosa ci cada dal cielo come un dono inaspettato, piuttosto dovrebbe accadere che siamo in grado di raggiungere tutti i nostri obiettivi e desideri. Per fare questo, occorre sicuramente una forte volontà magica: in poche parole, non si tratta di fare incantesimi, non proprio, ma di allineare la nostra volontà al nostro destino, cioè alla Volontà superiore. Si riesce a farlo dopo un lungo percorso spirituale. In quel caso, se qualcosa non va come speriamo o come dovrebbe, significa che c’è una discrepanza fra volontà singola e Volontà superiore, che non abbiammo ben capito che cosa dobbiamo e vogliamo fare. Quando invece lo capiamo, ci immettiamo in un flusso di eventi tutti positivi che ci facilitano il raggiungimento dell’obiettivo e che possiamo ben chiamare Fortuna, a quel punto.

gli-angeli-che-ci-proteggono-e-portano-fortuna

Gli Angeli che proteggono e portano Fortuna

La fortuna è spesso un vero e proprio dono del cielo. Ma il dono che forse è più gradito è un piccolo aiuto… alato: un aiuto dal mondo spirituale per rendere la nostra vita più fortunata e felice. Sotto tutto i punti di vista. È possibile: grazie agli angeli.

Gli angeli ci sono vicini in ogni momento, addirittura da quando nasciamo. È possibile scoprire quale angelo ci protegge in base al giorno di nascita. Ma è anche possibile chiedere aiuto a ognuno di loro secondo il problema che ci affligge. Per poi accogliere a braccia aperte il dono che ogni angelo desidera porci.

L’ANGELO CHE CI PROTEGGE

Ognuno di noi ha un angelo che lo protegge. Secondo la data di nascita: scopriamo di quale angelo si tratta con la tabella che trovate all’ultima pagina. Quando avremo scoperto quale angelo ci è vicino in ogni istante, possiamo fare di più: ogni angelo è disponibile ad aiutare chi glielo chiede. Possiamo rivolgerci a un angelo per un determinato problema. Come possiamo invocarl?. Ci sono molti modi, qui ne suggeriamo due, ne troverete altri continuando nella lettura
Scriviamo su un foglietto il nome dell’ angelo e il problema che ci affligge (per esempio: Anauel, la salute di mio figlio Luca). Poi, cerchiamo di scrivere una preghiera: niente di complicato, lasciamo che le parole ci escano dal cuore e chiediamo all’ angelo esattamente quello che vorremmo accadesse. Infine, chiudiamo il foglietto e custodiamolo in un cassetto o sotto un albero (ma anche in un luogo in mezzo alla natura che ci piace come un lago, un ruscello, un prato). Tutto qua: dobbiamo solo attendere. Incidiamo lungo una candela bianca il nome dell’angelo, poi accendiamola e mentre brucia rivolgiamoci mentalmente, o anche a voce alta, all’angelo, pregandolo di aiutarci per una cosa precisa, ma anche ringraziandolo per la sua esistenza. Diciamogli ciò che vogliamo, parliamogli come a un amico caro, senza timore o vergogna.

Gli Angeli dell’Amore

Lelahel (15-20 aprile), Nithaiah (23-27 luglio),Yehuhiah (3-7 settembre), Haamiah (29 settembre – 3 ottobre), Nithael (17-21 dicembre), Jabamiah (6-10 marzo).
Le questioni sentimentali sono le più complesse da risolvere. Ci preoccupano al punto, a volte, di perdere la ragione. Spesso e proprio la mancanza di un pizzico di razionalità e di analisi a farci sembrare certi amori impossibili. Gli angeli sopra elencati possono,dunque, darci una mano a trovare delle risposte e a fare un po’ di chiarezza. Ma attenzione: non chiediamo mai a un angelo di aiutarci a farci amare da qualcuno contra la sua volontà. Forse la persona potrà anche avvicinarsi, ma dopo se ne andrà, o comunque la relazione si degraderà. Questo perché gli angeli non manipola no mai le situazioni, aprono solo delle porte difficili, chiuse dalla testardaggine e dal Ie paure di noi esseri umani. Se siamo nati sotto la protezione di uno degli angeli dell’amore siamo persone fortunate: vivremo amori belli e veri.

Gli Angeli dell’Amore

Lelahel (15-20 aprile), Nithaiah (23-27 luglio),Yehuhiah (3-7 settembre), Haamiah (29 settembre – 3 ottobre), Nithael (17-21 dicembre), Jabamiah (6-10 marzo).

Le questioni sentimentali sono le più complesse da risolvere. Ci preoccupano al punto, a volte, di perdere la ragione. Spesso e proprio la mancanza di un pizzico di razionalità e di analisi a farci sembrare certi amori impossibili. Gli angeli sopra elencati possono,dunque, darci una mano a trovare delle risposte e a fare un po’ di chiarezza. Ma attenzione: non chiediamo mai a un angelo di aiutarci a farci amare da qualcuno contra la sua volontà. Forse la persona potrà anche avvicinarsi, ma dopo se ne andrà, o comunque la relazione si degraderà. Questo perché gli angeli non manipola no mai le situazioni, aprono solo delle porte difficili, chiuse dalla testardaggine e dal Ie paure di noi esseri umani. Se siamo nati sotto la protezione di uno degli angeli dell’amore siamo persone fortunate: vivremo amori belli e veri.

Troviamo il nostro Angelo

Nemamiah 1-5 Gennaio
Yeialel 6-10 Gennaio
Harael 11-15 Gennaio
Mitzrael 16-20 Gennaio
Umabel 21-25 Gennaio
Iahhel 26-30 Gennaio
Anauel 31 Gennaio-4 Febbraio
Mehiel 5-9 Febbraio
Damabiah 10-14 Febbraio
Manakel 15-19 Febbraio
Eyael 20-24 Febbraio
Habuhiah 25-29 Febbraio
Rochel 1-5 Marzo
Jabamiah 6-10 Marzo
Haiaiel 11-15 Marzo
Mumiah 16-20 Marzo
Vehuiah 21-25 Marzo
Jeliel 26-30 Marzo
Sitael 31 Marzo – 4 Aprile
Elemiah 5-9 Aprile
Mahasiah 10-14 Aprile
Lelahel 15-20 Aprile
Achaiah 21-25 Aprile
Cahetel 26-30 Aprile
Haziel 1-5 Maggio
Aladiah 6-10 Maggio
Lauvxzah 11-15 Maggio
Hahaiah 16-20 Maggio
Iezalel 21-25 Maggio
Mebahel 26-31 Maggio
Hariel 1-5 Giugno
Hekamiah 5-10 Giugno
Lauviah 11-15 Giugno

Gli angeli del PERDONO

Elemiah (5-9 aprile), Haziel (1-5 maggio), Pahaliah (27 giugno 1uglio), Leaizel (9-13 ottobre), Imamiah (8-12 dicembre), Rochel (1-5 marzo).

Se ci rendiamo conto che ripetere sempre gli stes si schemi finisce per imprigionarci, gli angeli del perdono ci aiuteranno a fare un passo avanti e ad attuare vere trasformazio ni. Ma facciamo attenzione perche se temiamo i cambiamenti, rischiamo in un primo tem po di sentirci a disagio. Molto spesso i bloc chi sono un retaggio dell’educazione, delle relazioni sbagliate. Questi angeli ci aiutano a trovare la capacita di perdonare e a non soffrire più a causa delle persone che ci cir condano, senza tuttavia avercela con loro. Se ci sentiamo davvero pronti a cambiare, ve dremo che anche gli altri si mostreranno coo perativi. Se siamo nati sotto la loro protezione abbiamo un gran de cuore e una vita speciale, le cose ci accadono come per magia. Ma è la capacita di perdonare e di capire che fa accadere i miracoli.

Gli angeli del PERDONO

Elemiah (5-9 aprile), Haziel (1-5 maggio), Pahaliah (27 giugno 1uglio), Leaizel (9-13 ottobre), Imamiah (8-12 dicembre), Rochel (1-5 marzo).

Se ci rendiamo conto che ripetere sempre gli stes si schemi finisce per imprigionarci, gli angeli del perdono ci aiuteranno a fare un passo avanti e ad attuare vere trasformazio ni. Ma facciamo attenzione perche se temiamo i cambiamenti, rischiamo in un primo tem po di sentirci a disagio. Molto spesso i bloc chi sono un retaggio dell’educazione, delle relazioni sbagliate. Questi angeli ci aiutano a trovare la capacita di perdonare e a non soffrire più a causa delle persone che ci cir condano, senza tuttavia avercela con loro. Se ci sentiamo davvero pronti a cambiare, ve dremo che anche gli altri si mostreranno coo perativi. Se siamo nati sotto la loro protezione abbiamo un gran de cuore e una vita speciale, le cose ci accadono come per magia. Ma è la capacita di perdonare e di capire che fa accadere i miracoli.

Gli angeli della COMPRENSIONE

Mahasiah (10-14 aprile), Achaiah (21- 25 aprile), Hariel (1-5 giugno), Mikael (19-23 ottobre), Asaliah (13-17 novembre), Mehiel (5-9 febbraio).

Questi angeli sono molto vicini a quelli del perdono: donano la conoscenza per poter progredire nel cammino. Grazie a loro capiremo meglio le nostre emozioni. Un buon rapporto con gli altri richiede equilibrio con se stessi: ecco per ché questi angeli ci aiutano a essere sempre noi stessi senza dover ascoltare i consigli de gli altri. Gli angeli della com prensione riescono a dissipare la nebbia che avvolge lo spirito, dando consapevolezza e lucidità. Magari non hanno il potere di pro vocare un incontro amoroso o un aumento di stipendio, ma di sicuro regalano la luci dità. Se siamo nati sotto la protezione di uno degli angeli della comprensione vogliamo ca pire, andare alla verità delle cose senza rac contarci o raccontare bugie. A volte siamo con siderati scomodi, ma possiamo essere certi che alla fine la verità trionferà.

Gli angeli dell’ABBONDANZA

Hekamiah (5-10 giugno), Sitael (31 marzo – 4 aprile), Melahel (12-16Iuglio), Ariel (8-12 novembre), Poyel (27-31 dicembre), Haiaiel (11-15 marzo).

Chi non ha mai sognato di poter essere al sicuro da qualsiasi problema materiale? Questi angeli si occupano proprio di que – stioni finanziarie: aiutano a ridurre i debiti, consigliano buoni investimenti. Se chiediamo il loro aiuto, i nostri problemi di denaro trove ranno una soluzione. Certo. non ci faranno vincere al superenalotto, ma sono in grado di accelerare una domanda di presti – to o di mutuo. Ricordiamo comunque di non sollecitare questi angeli solo per riempirci il portafoglio. Il loro ruolo spirituale perde – rebbe di senso e, soprattutto, non rispon – derebbero. Se siamo nati sotto la protezione di uno degli angeli dell’abbondanza sappiamo che anche nelle questioni materiali c’è sem – pre un senso spirituale: chi si comporta in modo giusto, e non esita a donare quando può, non avrà mai da temere ristrettezze.

Troviamo il nostro Angelo

Caliel 16-21 Giugno
Leuviah 22-26 Giugno
Pahaliah 27 Giugno – 1 Luglio
Nelchael 2-6 Luglio
Yeiayel 7-11 Luglio
Melahel 12-16 Luglio
Haheuiah 17-22 Luglio
Nithhaiah 23-27 Luglio
Haaiah 28 Luglio – 1 Agosto
Yeratel 2-6 Agosto
Seheiah 7-12 Agosto
Reiyel 13-17 Agosto
Omael 18-22 Agosto
Lecabel 23-28 Agosto
Vasariah 29 Agosto – 2 Settembre
Yehuiah 3-7 Settembre
Lehahiah 8-12 Settembre
Chavaquiah 13-17 Settembre
Menadel 18-23 Settembre
Aniel 24-28 Settembre
Haamiah 29 Settembre – 3 Ottobre
Rehael 4-8 Ottobre
Leaizel 9-13 Ottobre
Hahahel 14-18 Ottobre
Mikael 19-23 Ottobre
Veuliah 24-28 Ottobre
Yelahiah 29 Ottobre – 2 Novembre
Sehaliah 3-7 Novembre
Ariel 8-12 Novembre
Asaliah 13-17 Novembre
Mihael 18-22 Novembre
Vehuel 23-27 Novembre
Daniel 28 Novembre – 2 Dicembre
Hahasiah 3-7 Dicembre
Imamiah 8-12 Dicembre
Nanael 13-16 Dicembre
Nithael 17-21 Dicembre
Mebahiah 22-26 Dicembre
Povel 27-31 Dicembre

Gli angeli della FAMIGLIA

Cahetel (26-30 aprile), Nelchael (2-6 lu-glio), Chavaquiah (13-17 settembre), Re-hael (4-8 ottobre), Mihael (18-22 novembre), Mumiah (16-20 marzo).

Così come gli esseri umani, anche gli angeli si esprimono all’interno di famiglie celesti. Ognuno di noi porta in sé qualcosa dei propri genitori e nonni. Questi angeli so no d’aiuto in tutti i conflitti familiari, nei problemi legati a genitori, fratelli, parenti in genere. In più, rafforzano la nostra casa. Per loro, il nostro mondo comincia tra le mura do -mestiche e fanno di tutto perche qui regni l’armonia. Intervengono su chi ci fa soffrire, malto spesso malgrado la sua vo lontà, e cercano di migliorare le nostre relazio ni. Se siamo nati sotto la protezione di uno degli angeli della famiglia mettiamo i nostri cari sopra a ogni cosa. Insomma, viviamo felici so lo se riusciamo ad avere una famiglia serena.

Gli angeli dei BAMBINI

Yeiayel (7-11 luglio), Omael (18-22 agosto), Menadel (18-23 settembre), Vehuel (23-27 novembre), Mebahiah (22-26 dicembre), Damabiah (10-14 febbraio).

Leggiamo la lista di questi angeli ai nostri figli e chiediamo loro quale preferiscono. Poi. scriviamo una piccola preghiera con il nome dell’an gelo e quello di nostro figlio e chiediamo all’ange lo di proteggerlo. Mettiamo la preghiera sotto il materasso del lettino: i sonni di nostro figlio saranno subito più calmi, i suoi sogni più dolci e la sua vita migliorerà. Questi angeli aiutano anche i genitori a capire che il gio co e molto importante: gli angeli giocano e ridono come i bambini, perché sono con vinti che non siano i piccoli a dover diven tare seri e grandi, ma noi adulti che do – vremmo recuperare il gusto del gioco. Se chiediamo I’aiuto di questi angeli, ci aiuteranno a trovare un vero dialogo con i nostri bambi ni, insegnandoci a metterci al loro livello, e non pretendere l’inverso. Una lezione d’u miltà. Se siamo nati sotto la protezione di uno degli an geli dei bambini siamo persone dolcissime tanto che sembriamo essere rimasti un po’ piccoli: sappiamo sdrammatizzare la vita con una risata, ma non siamo superficiali.

Gli angeli dell’ALLEGRIA

Lezalel (21-25 maggio), Yeratel (2-6 agosto), Vasariah (29 agosto-2 settembre), Daniel (28 novembre-2 dicembre), Nemamiah (1-5 gennaio), Eyael (20-24 febbraio).

Questi angeli tirano su il morale. Ci aiutano a scorgere sempre un piccolo raggio di sole anche dietro nubi spesse: hanno; infatti. la virtù di diffondere il buo numore. Rivolgendoci a loro non soffriremo più di solitudine. Le relazioni professionali saranno più armoniose e in amore ritroveremo complicità. il ridere fa fiorire le buone qualità delle persone, e questi angeli lo san no bene. Se siamo nati sotto la protezione di uno degli angeli dell’allegria abbiamo la capa cita di sdrammatizzare le situazioni pili pe santi e quelle dolorose, siamo benvo1uti e a mati da tutti per il nostro buon carattere.

CHI SONO GLI ANGELI E COME RELAZIONARCI A LORO

La new age ha approfondito il discorso degli angeli anche attraverso il Channeling, una tecnica che permette di contattare e canalizzare entità spirituali e riceverne il messaggio. Si è così scoperto che gli angeli sono entità spirituali molto vicini agli essere umani. Vivono in una dimensione parallela ma prossima a quella umana e sono sempre pronti ad aiutarci intervenendo direttamente, anche quando non li contattiamo in modo esplicito. Cosa che però è possibile fare con una meditazione.

Accendiamo un incenso purificante (per esempio alla salvia) e una candela bianca. Facciamo 10 profondi respiri, poi chiudiamo gli occhi.

• Immaginiamo che una sfera di luce bianca si formi sopra la nostra testa. Poi che la sfera scenda a livello della fronte. E infine all’altezza del nostro cuore. Lasciamo che la luce bianca, densa, entri nel cuore e pulsi ritmicamente. Poi immaginiamo che si espanda fino ad avvolgerci.

• Restiamo in ascolto delle sensazioni che ci dona. A questo punto, concentriamo l’attenzione su quello che succede accanto a noi: in genere, si sente un profumo (gli angeli comunicano la loro presenza con aromi leggeri e sottili). Restiamo in ascolto per qualche attimo. Poi rivolgiamo una domanda diretta all’angelo: per una legge spirituale, le entità superiori sono “obbligate” a rispondere quando si chiede loro aiuto. Lo potranno fare, per esempio, dandoci una intuizione su un problema che ci affligge o donandoci un immediato senso di pace e di protezione.

• Alla fine ringraziamo profondamente l’entità e apriamo gli occhi.

Gli angeli della FORZA

Jeliel (26-30 marzo), Hahaiah (16-20 maggio), Leuviah (22-26 giugno), Aniel (24-28 settembre), Yelahiah (29 ottobre-2 novembre), Manakel (15-19 febbraio).

Se stiamo preparando un esame, o ci attende una prova difficile, questi angeli ci danno coraggio. Liberano l’istinto e risvegliano una forza potente. Con loro possiamo ri trovare la fiducia, sbarazzandoci della pau ra. Questi angeli guidano le energie che, spesso mal canalizzate e intrappolate, pro vocano nervosismo e stress. Quando ci rivolgeremo a loro, sentiremo subito I’energia en trare in circolo come delle onde e dare for za al nostro organismo. Avremo la sensazione che possiamo scalare le montagne in un soffio. Se siamo nati sotto la protezione di uno di questi angeli, abbiamo una forza non comune, siamo passionali, decisi, agiamo sempre d’i stinto senza pensarci su. Chi ci sta accanto riceve calore e incoraggiamento.

Gli angeli della LUCE

Vehuiah (21-25 marzo), Lauviah (11- 15 maggio), Reiyel (13-17 agosto), Sehaliah (3-7 novembre), Nanael (13- 16 dicembre), Harael (11-15 gennaio).

Questi angeli amano gli artisti. Ci aiuteran – no a non accontentarci della routine e favo riranno le nuove idee. Rivolgiamoci a loro quan do sentiamo che siamo alle prese con la nostra creati vita. Ma ricordiamo che questi angeli rifiutano di ascoltarci se il nostro solo intento e quello di glorificare il nostro ego: saranno invece pre senti ogni volta che avremo bisogno di libera re la nostra creatività per nutrire la nostra esisten – za. Ci aiutano anche a credere nel nostro talen to. Se siamo nati sotto la protezione di uno degli angeli della luce siamo molto creativi, anticonvenzionali, viviamo ogni situazione con fantasia, guardandola sempre da diversi punti di vista, mai banali. Possiamo fare cose bellissime, dobbiamo solo credere in noi.

Gli angeli del BENESSERE

Aladiah (6-10 maggio), Caliel (16-21 giugno), Seheiah (7-12 agosto), Veuliah (24-28 ottobre), Hahasiah (3-7 dicembre), Anauel (31 gennaio-4 febbraio).

Questi angeli sono di grande aiuto per la sa lute. Vegliano sui medici, aiutano la ricerca e la guarigione. Se siamo preoccupati per la nostra salute o per quella di una persona cara, ci domandano solo un grande sforzo di con centrazione e di credere in loro, di comunicare attraverso la preghiera tutta la tenerezza e l’amore che proviamo per la persona ammalata. Sono gli angeli della compassione, sempre vicini a chi soffre. Se siamo nati sotto la protezione di uno degli angeli del benessere siamo molto buoni e compassionevoli, capaci di amore incon dizionato. Abbiamo sempre una parola gentile. Si può sempre contare su di noi per un aiuto morale o materiale. Non ci aspettiamo mai nulla in cambio.

Gli angeli della GRAZIA

Mebahel (26-31 maggio), Haheuiah (17-22 luglio), Lehahiah (8-12 settembre), Hahahel (14-18 ottobre), Mitzrael (16- 20 gennaio), Umabel (21-25 gennaio).

Questi angeli sono spesso invocati dalle persone molto sensibili. Donano delle ali per capire il mondo e per viverlo in modo diverso. Non riu sciremo magari a esternare questa stato di grazia con le parole, ma trasparirà da ogni nostra azione. La nostra aura, che esprime l’intensità delle qualità spirituali, brillerà di più. Se siamo nati sotto la protezio ne di uno degli angeli della gra zia siamo davvero speciali: sembra che le piccolezze umane non ci tocchino, abbiamo un’alta spiritualità, sappiamo vedere le cose in profondità e questo si traduce in uno stato d’a nimo sempre gentile, comprensi vo, come se sapessimo già quasi tutto e se potessimo capire a fondo sofferenze e gioie di ogni persona. Siamo un’ anima antica, saggia e dolcissima, spesso non ascoltata perché non compresa.

Gli angeli della VOLONTÀ

Lauviah (11-15 giugno) lecabel (23-28 agosto), Yeialel (6-10 gennaio), Haaiah (28 luglio-1 agosto), Lahhel (26-30 gennaio), Habuhiah (25-29 febbraio).

Questi angeli sono utili se desideriamo avere un aumento o una promozione, se vogliamo cam biare lavoro: ci aiuteranno a orientare il de stino, a non mollare la presa. Danno sicurezza e tenacia a patto che le nostre ambizioni siano positive e non nuociano ad altri. Pos – sono anche fortificare le relazioni d’ amore: in caso di litigio o di crisi, ci illuminano sul valore dei sentimenti, ci aiutano a prendere una decisione ferma, sia di rottura sia di ri – costruzione. Se siamo nati sotto la protezio – ne di uno degli angeli della volontà siamo de cisi e sicuri, non sbagliamo quasi: abbiamo la capa cità di valutare i termini della questione con attenzione, ma velocemente. Sappiamo anche spronare chi ci circonda, incoraggiando e convincendo a tenere duro. La nostra presenza e insostituibile quando bisogna prendere decisioni importanti.