i portafortuna dal mondo

I portafortuna dal mondo

Portafortuna, un viaggio virtuale alla ricerca di tutti gli oggetti che scacciano le negatività e portano bene in vari settori.

E’ probabile che non si possa viaggiare molto questa estate, ma niente paura: ogni paese del mondo ha il suo portafortuna, e se ve ne piace uno in particolare lo troverete in vendita anche nei negozi etnici presenti in tutta Italia. Ogni cultura e paese ha un simbolo o una pratica diversi che si crede possa portare fortuna. Che si tratti di trasportare ghiande per una buona salute o di mettere un elefantino nel negozio per una prospera giornata di lavoro. mentre le culture si sono evolute e assimilate, questi portafortuna hanno viaggiato attraverso continenti e mari. Dietro ogni portafortuna non c’è solo una superstizione o paura, ma una storia profondamente radicata connessa all’origine del fascino e alla cultura da cui proviene. Ecco allora un viaggio virtuale intorno al mondo alla ricerca di portafortuna.

Ghiande – Inghilterra

molto prima che le ghiande fossero considerate simbolo di buona fortuna, erano associate alla magia. Quando due streghe si incrociavano nel bosco, si scambiavano ghiande per far sapere a vicenda chi erano e che erano al sicuro gli uni dagli altri. Come simbolo di buona fortuna, si dice che le ghiande proteggano la propria salute. Si ritiene che tenere con sé una ghianda protegga da malattie, malanni e altri dolori.

[the_ad_placement id=”worlfiliaup”]

Cornicello – Italia

Questo corno italiano noto come “cornicello” è stato utilizzato fin dall’antichità per scongiurare il malocchio. È ancora un comune simbolo di buona fortuna in Italia ed è spesso indossato dalle madri che allattano e dalla donna incinta. Era anche usato per mantenere la felicità nel matrimonio, poiché molti credono che il malocchio possa influenzare matrimoni e relazioni.

Dreamcatcher – Stati Uniti

Dreamcatcher portafortunaIl cacciatore di sogni dei nativi americani Chippewa viene utilizzato per coloro che hanno difficoltà a dormire. Quando la persona dorme, si dice che il dreamcatcher intrappoli tutti gli incubi del dormiente, per donare buona fortuna e consentire ai buoni sogni di fluire liberamente. La leggenda narra che quando il sole sorge, i brutti sogni catturati nell’acchiappasogni si dissolvono, poiché non possono sopravvivere alla luce del giorno. I nativi americani Chippewa o Ojibwa hanno progettato questi acchiappasogni per aiutare a proteggere i propri figli. La tradizione è associata all’Asibikaashi, o Spider Woman, una donna della leggenda di Ojibwa che era una custode di tutti i bambini.

Elefante – India e Tailandia

Gli elefanti come simbolo di buona fortuna sono comuni in tutta l’asia, ma sono particolarmente importanti in India e Tailandia. Simboleggiano forza, potenza, stabilità e saggezza. molte persone credono che un elefante di fronte alla porta di casa porterà fortuna e prosperità a chi vi vive. Di conseguenza, molti imprenditori in Asia posizioneranno gli elefanti all’ingresso dei loro negozi per fortuna.

Proteggono dal malocchio

Gli amuleti porta fortuna possono evolversi dal folklore, dalla leggenda e persino dalla religione. Storicamente, molti erano usati per proteggere le persone dal malocchio, un bagliore maligno che si riteneva potesse causare danni. Che tu creda nella buona fortuna o meno, i motivi per cui questi ciondoli sono rimasti usatissimi nel corso della storia possono essere abbastanza convincenti da farti diventare un collezionista di talismani.

Quadrifoglio – Irlanda

Le probabilità di trovare un quadrifoglio sono presumibilmente una su diecimila, motivo per cui è considerato così fortunato. Le quattro parti simboleggiano la fede, la speranza, la fortuna e l’amore, e si dice che chiunque lo trovi abbia grande fortuna quel giorno. Una leggenda cristiana afferma che Eva abbia portato con sé un quadrifoglio dopo essere stata bandita dal Paradiso per ricordarselo. Quattro è anche considerato un numero maschile e si riferisce ai quattro lati della croce, quindi alcuni credono che il quadrifoglio sia un pezzo di Paradiso o il Giardino dell’Eden.

Gris-gris Ghana

Sebbene il gris-gris sia nato in Ghana, da allora è migrato in altre parti del mondo. I gris-gris sono tenuti a scongiurare il male e mantenere la buona fortuna. In Nord america, i gris-gris sono stati usati per fermare i pettegolezzi, attirare denaro e amore e mantenere una buona salute per coloro che li portavano. Inizialmente erano probabilmente bambole o immagini di divinità, ma da allora si sono evolute fino a diventare piccole borse piene di quattro diversi elementi: sale, incenso, acqua e fuoco, che di solito è rappresentato da una fiamma di candela. Gli ingredienti devono avere un numero dispari e non salire più di 13.

Hamsa – Israele e Medio Oriente

Hamsa - Israele e Medio Oriente​La mano di Hamsa, o Khamsa, è comune nelle comunità ebraiche e musulmane in segno di buona fortuna. Questo ciondolo si dice che protegga le persone dall’energia negativa e porti felicità all’osservatore. La parola “hamsa” fa riferimento al numero cinque in ebraico e si dice che simboleggi i cinque libri della Torah. Nell’Islam, le cinque dita sono associate ai Cinque Pilastri dell’Islam. L’occhio sulla mano rappresenta un occhio che vede tutto e fa attenzione a chi guarda.

Ferro di cavallo Stati Uniti

Sebbene il ferro di cavallo sia comune negli Stati Uniti come simbolo di buona fortuna, può essere trovato anche nell’arte islamica e nell’iconografia egizia. mentre i superstiziosi credono che appendere un ferro di cavallo sulla porta sia indice di buona fortuna, molti non sono d’accordo sul modo corretto di appenderlo. alcuni credono che le due punte del ferro di cavallo debbano essere rivolte verso l’alto, sostenendo che questo orientamento cattura e raccoglie buona fortuna. altri suggeriscono che le punte dovrebbero essere rivolte verso il basso.

Jin Chan Cina

Il “rospo d’oro”, è popolare in Cina come simbolo di fortuna e successo. Si dice che la rana appaia durante la luna piena, portando fortuna e proteggendo dalle brutte notizie. Con solo tre zampe, seduto in una pila di monete con una moneta in bocca, questa rana può essere fatta risalire a leggende cinesi. Secondo la leggenda, il dio taoista Liu Hai incontrò una volpe che voleva salvare e trasformare in una bella donna che lo avrebbe aiutato a diventare un dio. Perché ciò accadesse, doveva ingannare una rana per entrare in un pozzo, e lo fece con successo. Ha usato il potere della rana, e ora Jin Chan dovrebbe essere Liu Hai.

Le chiavi – In tutto il mondo

Le chiavi sono state un simbolo di fortuna e liberazione in tutto il mondo, utilizzate in molte società e cerimonie. ad esempio, nella fede cattolica, il Papa appena consacrato riceve due chiavi incrociate in diagonale. Una è d’argento, a simboleggiare l’autorità spirituale del Papa. L’altra è l’oro, che rappresenta il potere del cielo. Inoltre, le ostetriche ebree erano solite dare le chiavi a una donna che partoriva per “sbloccare” il bambino e garantire un parto sicuro del bambino. Oggi, le chiavi sono per lo più associate all’apertura delle porte e alla libertà, o in casi romantici, come chiave per il proprio cuore.

[the_ad_placement id=”worlfiliadoen”]

Buddha che ride – India e Tailandia

Sebbene il Buddha ridente possa essere trovato in culture di tutto il mondo, è prevalentemente presente in Tailandia e India. Simboleggia la felicità e l’abbondanza perché il Buddha che ride non è mai infelice. Di conseguenza, molte persone li portano nelle loro case o attività commerciali per allegria e buona fortuna. Tuttavia, molti credono che la fortuna del Buddha ridente sia efficace solo se gli sfreghi lo stomaco ogni giorno, mantenendo sempre un atteggiamento positivo. Oltre alla sua pancia prominente, il Buddha che ride spesso possiede molte altre caratteristiche che determinano il tipo di fortuna che porta alle persone.

Maneki Neko – Giappone

La statua del gatto maneki Neko è caratterizzata dalla sua zampa alzata. “Neko” significa gatto in giapponese e “maneki” significa fare cenno. Se la zampa sinistra viene sollevata, si ritiene che il gatto attiri i clienti e porti buoni affari ai proprietari dei negozi. Se viene sollevata la zampa giusta, si ritiene che attragga denaro e prosperità, rendendo il maneki Neko più efficace. maneki Neko può anche venire in molti colori diversi: bianco significa felicità, nero significa protezione, verde significa salute e calico significa estrema fortuna.

Nazar -Turchia

Il Nazar, o malocchio, è un amuleto per la protezione contro coloro che non hanno buone intenzioni. a differenza dell’Hamsa, il Nazar non ha alcun significato religioso. Per questo motivo, è diventato popolare nei paesi di tutto il mondo. In Turchia, il Nazar è di solito un gioiello blu con perline che viene indossato o utilizzato su oggetti personali

rendere la casa magica

Rendi la tua casa magica

Trasforma la tua casa in un rifugio magicamente protetto e caricato con talismani, erbe, oggetti che attirano fortuna, prosperità, amore, salute

Anticamente la magia faceva parte della vita quotidiana. Ogni cosa era carica di energia proveniente da un mondo invisibile. Soprattutto nelle case: nessuna era priva di talismani, incantesimi, pozioni per la guarigione, spiritelli, magia delle erbe… superstizioni? Eppure, oggi, la magia sta tornando nelle nostre vite. E le nostre case sono un tempio della Dea. O almeno possono diventarlo. Ecco allora un piccolo decalogo di antiche usanze magiche per trasformare la nostra abitazione in un rifugio magicamente protetto e caricato per rendere la nostra vita più felice e serena. Un luogo in cui la realtà fisica e quella spirituale siano entrambe riconosciute e in armonia, riempiendo così la vita di momenti meravigliosi ed esaltanti.

L’ingresso

La porta d’ingresso è uno dei luoghi più magici della casa. Anticamente, le divinità più potenti proteggevano le soglie (Ecate, Giano). È da qui che entrano ed escono le energie, positive e negative. È bene perciò concentrare buona parte degli incantesimi proprio qui. Molti di essi sono pratiche protettive: appendere una zucca all’esterno di una porta respinge gli influssi negativi spiacevoli, così come una corona di bambù. Un cerchio disegnato con il gesso sulla porta impedisce agli spiriti di entrare, e anche un sacchetto di sale o delle campanelle appese alla maniglia. Anche mettere due spilli incrociati sotto lo zerbino,spargere semi di senape e piantare tra chiodi a forma di triangolo con una punta verso l’alto nella facciata esterna della porta tiene lontani gli indesiderati e gli invidiosi. Per invitar invece le energie positive è sempre la porta il luogo ideale. Cinque monete lucide da un centesimo sotto l’ingresso porteranno denaro, per esempio. Se volete vedere uno spirito la porta è il luogo migliore per fare pratica: al tramonto o a mezzanotte state sulla porta, al buio, guardando nella stanza. Con la porta semiaperta, poggiate la guancia su di essa e sbirciate dentro. Se perseverate potreste vedere le entità benevole che vi proteggono e vi sono vicine: la porta è un’entrata su altri mondi. Se invece qualche spirito vi dà fastidio, potete scacciarlo sbattendo la porta diverse volte. Anche le chiavi sono magiche. Una chiave d’oro protegge dal malocchio. Tre chiavi in una catenella portano salute, ricchezza e amore. È sempre bene benedire le chiavi d’ingresso di casa nostra: una notte di luna piena riempite una bacinella d’acqua pura aggiungete un rametto di rosmarino, folgie di rosa, un po’ di lavanda e salvia. Lasciate le chiavi immerse nell’acqua, sotto la luna, per tre notti: diventeranno un potente talismano. Ogni voltà che aprirete la porta di casa, poi, le chiavi saranno uno strumento magico: esprimete un desiderio e si avvererà, solo girando le chiavi nella toppa. Ma attenzione: se desiderate ottenere qualcosa, fate l’incanto quando entrate in casa. Se volete liberarvi da qualcosa, fatelo quando uscite

[the_ad_placement id=”worlfiliaup”]

La camera da letto

È importante scegliere bene la posizione in cui sistemare il letto. La testa a nord aumenta la stabilità, la calma, la prosperità e la guarigione veloce dalle malattie. A est ci sente più freschi, creativi, pronti a iniziare nuove cose e pieni di energie. Dormire con la testa a sud aumenta le energie fisiche, la passione, la volontà, ma potrebbe non essere una posizione molto riposante! Dormire verso ovest assicura amore e spiritualità e aumenta la sensibilità. È l’ideale per chi vuole praticare la magia del sogno. Per facilitare il sonno si possono mettere foglie di lattuga sotto il cuscino, una calamita legata alla testa del letto o un pezzo di ametista sotto il letto. Quando volete dormire, baciate il
cuscino e ditegli che volete addormentarvi, antico metodo usato dalle streghe che funziona sempre. Per difenderci durante il sonno: foglie di eucalipto sotto il cuscino, un coltello sotto il letto, uno specchietto accanto alla testata del letto, una pianta di ciclamino sul comodino, una scopa sotto il letto. Un incantesimo per trovare l’amore da fare in camera da letto: accendete una candela rossa e attendete finché non si è depositata molta cera nel piattino. Prendete un pizzico di petali di rosa, mandorle tritate e vaniglia polverizzata, mescolate alla cera quasi fredda e impastatela a forma di cuore, che poi appenderete sopra il letto.

Il bagno

In una casa magica non può mancare una vasca da bagno. La doccia non permette purtroppo azioni magiche: fare il bagno è un vero e proprio rituale. Ma vediamo come. I bagni possono aiutarci a guarire. La malattia può essere magicamente trasferita all’acqua e poi risucchiata dallo scarico. Il sale neutralizza tutte le negatività: basta aggiungerne una manciata a ogni bagno. Monete d’argento nella vasca assicurano l’arrivo di denaro. Un bagno al mattino aumenta la bellezza, come il lavarsi la faccia con la rugiada di maggio. Un bagno a mezzogiorno porta fortuna e benessere, durante la notte aumenta le capacità psichiche, al tramonto porta amore e tenerezza. Fare il bagno in diversi giorni della settimana porta benedizioni diverse:
lunedì: sogni profetici.
martedì: passione ed erotismo.
mercoledì: rafforza capacità intellettuali.
giovedì: porta denaro.
venerdì: rafforza o procura l’amore.
sabato: protegge e porta memorie di vite
domenica: dona forza e vitalità, rischiara le situazioni poco chiare

I
mobili

I mobili hanno un loro potere magico. Intanto, se i mobili sono antichi e hanno qualche imperfezione, è quasi sicuramente voluta: serve per intrappolare le energie negative e permettere loro di andarsene. Tutte le cose perfette poi venivano ritenute pericolose perché attiravano l’invidia e la collera degli dei. In passato, si incidevano piccoli segni magici sui mobili come protezione. Ogni tipo di legno ha un potere diverso, eccone un piccolo elenco:

ebano: potere magico, protezione.
quercia: forza, salute, fortuna, protezione.
pino: denaro, esorcismo, guarigione.
sequoia: longevità.
ciliegio: amore.
teak: ricchezza.
cedro: purificazione, protezione.
acero: amore, denaro.
mogano: protezione.
noce: salute

In generale, i mobili andrebbero sistemati negli angoli per spezzarne l’energia negativa e permettere all’energia buona di scorrere liberamente. I mobili con gli angoli arrotondati sono perfetti per la casa magica. Tavoli rotondi, schienali delle sedie curvi e tappeti ovali rafforzano la casa e i suoi abitanti.

Le piante

Da sempre le piante sono le migliori alleate delle streghe. Se non potete avere un giardino, potete scegliere piante da interno secondo il loro potere magico.
Aloe vera: pianta lunare, protegge contro gli intrusi e le energie negative.
Anthurium: porta amore e bellezza.
Asplenio: protegge soprattutto i neonati.
Nocciolo dell’avocado: diventa una bellissima pianta che diffonde amore e aumenta il desiderio sessuale.
Bromelia: porta lusso e abbondanza.
Cactus: pianta solare che porta forza.
Ciclamino: protegge perché nessun incantesimo nocivo può funzionare dove vive.
Croco: porta amore e serenità.
Edera: respinge le negatività.
Felci: proteggono e aumentano la creatività, rafforzano qualsiasi incantesimo.
Ficus: dà un sonno riposante, in cucina porta prosperità e ricchezza.
Palme: emanano vibrazioni spirituali.
Tulipani: proteggono da povertà e tristezza o depressione, portano l’amore

Presagi e segni premonitori in casa

A metà fra magia e tradizione popolare, ecco alcuni piccoli segnali e i loro significato. Se vi state dondolando sulla sedia a dondolo e questa inizia a muoversi lungo il pavimento, arriverà qualcuno a trovarvi prima di sera. Se ribaltate la sedia quando vi alzate è segno che avete da poco mentito. Se durante la notte una delle stecche del letto esce dal suo posto è segno che la ricchezza sta per bussare alla vostra porta. Gettate sempre un po’ di sale, pepe o zucchero alle vostre spalle per evitare la sfortuna. Scambiare il sale con lo zucchero è un dolce presagio: porta buone notizie. Se nel caffè vedete delle bollicine è in arrivo denaro. Se fate cadere un bicchiere e non si rompe è la prova che avete amici che farebbero qualunque cosa per voi. Un uccello che vola in casa è un segno di fortuna e ricchezza. Una lucertola in giardino protegge. Vedere un ragno in casa porta fortuna, ma ucciderlo porta molta sfortuna. Se cade un quadro, si preannuncia un viaggio. Se lasciate le ante dell’armadio aperte qualcuno spettegolerà su di voi.

La Cucina

Cucinare è un atto di magia in cui le mani della cuoca trasformano ingredienti grezzi in qualcosa di molto più grande della somma delle sue parti. Il calderone magico in cui la Dea tutto trasforma trova la sua collocazione simbolica ideale in cucina, sostituito oggi da pentole e padelle. Tradizionalmente, trecce di aglio e cipolle pro teggono la cucina e cibi che vengono preparati, ma non vanno ma mangiate perché assorbono la negatività! Un barattolo di sale grosso custodito nello scaffale più alto assicura denaro e ricchezza, ma non va mai utilizzato per cucinare. Per allontanare ogni sorta di guai, fate questo piccolo incantesimo. Legate insieme due strofinacci, metteteli in una pentola d’acqua con tre foglie di alloro e fate bollire per un paio di minuti. Quando l’acqua è fredda, togliete tutto e versatela nel lavandino o fuori, nella terra, poi sotterrate gli strofinacci con le foglie. Tre piccole curiosità: quando fate un brindisi assicuratevi che i bicchieri si incontrino con un tintinnio, altrimenti il brindisi non verrà sentito dalle forze superiori. E lasciate sempre un boccone o due nel piatto perché coloro che pu liscono completamente il piatto conosceranno solo la povertà. Prima di mangiare un liquido con un cucchiaio rimestate tre volte il contenuto della scodella da destra a sinistra, in senso orario, poi togliete il cucchiaio e mangiate. Assicura grande fortuna.

RITUALI DI PURIFICAZIONE

Fare pulizia non basta: tutte le case raccolgono energie negative (pensieri di rabbia, paura, caos) nostre e dall’esterno. La negatività può rovinare relazioni, creare tensione, aumentare litigi e incidenti. Ma è abbastanza semplice liberarsene: ecco alcuni riti per “pulire” a fondo, a livello astrale, la nostra casa.

CON LA SCOPA
A primavera, o anche ogni mese, prima dell’alba prendete un ramo da un albero e ringraziatelo per il dono lasciando una moneta a terra. Prendete poi molti fiori con il gambo lungo e legateli al ramo per formare una specie di scopa. Poi spazzate il pavimento di ogni stanza visualizzando i fiori che assorbono la negatività. Infine lasciate la scopa a un incrocio.

CON IL LIMONE
Quando la luna è piena, pelate 9 limoni solo con le mani. Mettete le bucce in un secchio e aggiungete acqua. Spremete le scorze, visualizzate il potere dei limoni di purificare, e infine strofinate pavimenti, maniglie, finestre con l’acqua. Versatene un po’ in ogni scarico.

LA BOTTIGLIA PROTETTIVA
Prendete una grossa bottiglia e riempitela con pezzetti di filo di diverso colore. Quando aggiungete un pezzo di filo, giorno dopo giorno, pronunciate una frase come questa. “lega ogni male!”. Poi aggiungete rosmarino, aghi e spilli e riempite la bottiglia. Aggiungete un po’ di vino rosso, tappate e sigillate il tappo on cera nera. Mettete la bottiglia in un angolo nascosto della casa:
distrugge ogni negatività e malvagità.

[the_ad_placement id=”worlfiliadoen”]

Test per le negatività

rendere la casa magica
Il cane è un buon rivelatore e ha un’istintiva antipatia per le zone perturbate, mentre il gatto ama le vibrazioni dei raggi tellurici della rete, in par ticolare in nodi di H e sceglie i luoghi a maggiore sollecitazione. Quindi state dove sta il vostro cane ed evitate di stare dove riposa il gatto. Questo è anche uno dei motivi che quando state male il gatto viene a coc colarvi: è goloso di quell’energia negativa. In generale gli animali che fug gono le geopatie sono: cani, ca valli, vacche, maiali, pecore, cicogne (dove fa il nido è un posto sicuro) e anche i topi. Animali che invece scelgono le zone geopatiche sono: formiche, termiti, api, vespe, lumache, oltre ai già citati gatti. Le api producono una quantità tripla di miele se sono su un nodo di H, termiti e formiche, invece, cercano le zone di più intensa irradiazione per co struirvi le loro dimore. Anche le piante si mostrano molto sensibili alle zone geo patogene, nelle quali hanno dif ficoltà di attecchimento e di crescita e subiscono più facil mente le malattie; una zona negativa è resa particolarmente evidente dalle siepi che, nella parte interessata, perdono vigore e ingialliscono. Tra le più sen sibili, il capelvenere e il prez zemolo in vaso, che nel luogo sabgliato non si sviluppano. Il cocomero, il sedano e la ci polla non riescono a crescere in zone perturbate. Anche di stese rigogliose di edera, felci e ortiche indicano la presenza di correnti telluriche e ci sono piante curative, come la calen dula e la menta, che massi mizzano aroma e proprietà pro prio grazie alla stimolazione delle radiazioni sotterranee

spirito animale dotati di coscienza

Spirito Animale

Spirito Animale, pensare agli altri essere viventi come dotati di una coscienza ci aiuta ad essere meno antropocentrici.

Parlare di “spiritualità” degli Animali può apparire strano, quasi un tentativo (l’ennesimo) di antropomorfizzazione del mondo degli animali. In realtà non è assoluta mente questa l’intenzione, tutt’altro; la sfida è imparare ad osservare il mondo che ci circonda con uno sguardo ecocentrico anziché antropocentrico. L’uomo, per intenderci, non è al centro del mondo né può vantarsi di esserne l’essere più intelligente o “padrone”, basti pensare che in ogni forma di arte o di innovazione, anche le più complesse, l’uomo riporta nelle macchine e nelle proprie idee ciò che osserva nel mondo naturale ed animale. Abbiamo osservato gli uccelli e analizzato il loro volo per comprendere le dinamiche e apprendere la capacità di volare, moltissime forme di arte corporea, come la danza o più emotive, come la musica, si rifanno al mondo degli animali e all’osservazione delle dinamiche relazionali intra e interspecifiche. Non dimentichiamo poi che gli animali sono da sempre compagni dell’uomo e non è un caso se i coltissimi egizi piuttosto che le culture totemiche abbiano scelto come simboli divini o divinatori proprio gli animali.

[the_ad_placement id=”worlfiliaup”]

La Relazione

Fatte queste premesse focalizziamo ora il punto di vista sulla relazione animale umano e non umano ai giorni nostri e ad introdurre il concetto di spiritualità animale. Non intendiamo attribuire a questo termine così importante e ahimé anche molto (troppo!) utilizzato alcun concetto religioso di nessun tipo. Ciò che intendiamo con il termine “spiritualità” è la capacità insita in ogni essere vivente di tendere verso la vita e l’ordine delle cose, come dire, esiste una buona intenzione a livello profondo, inconscio, possiamo quasi dire di anima, che fa tendere tutti gli esseri viventi alla Vita. Carl Rogers, fondatore della psicologia umanistica, è stato uno dei più importanti studiosi in questo senso e le sue scoperte sulle piante e su forme di vita vegetali hanno aperto la via a un nuovo modo di vivere le difficoltà dell’uomo.

Essere se stessi

A livello profondo quindi tutti gli esseri viventi tendono a voler essere costantemente e semplicemente se stessi nel momento presente, c’è una forza innata che a livello non cognitivo ci porta in quella direzione. Cosa porta un animale non umano a riuscire a vivere così autenticamente? Il fatto che, ormai assodato anche scientificamente, tutti siano in grado di vivere e provare emozioni e che la struttura corticale del cervello, quella deputata al linguaggio e alla creazione dei pensieri, sia presente solo nell’animale umano, siamo noi umani che permettiamo alla bussola dell’anima che tende all’essenza di direzionarci da tutt’altra parte rispetto a ciò che sentiamo, perché così ci suggerisce la mente… A meno che un animale non umano non abbia subito traumi emotivi non si può di certo dire che non sia in grado di portare alla luce la propria Essenza in ogni momento della propria esistenza. E’ importantissimo questo aspetto, un animale certamente pensa, elabora informazioni, raccoglie dati, ma si affida moltissimo al suo sentire, a differenza di noi animali umani che spesso ci perdiamo nel pensare e dimentichiamo il sentire…Proviamo ora ad analizzare quali sono gli aspetti della spiritualità che prendiamo in considerazione quando parliamo di animali non umani.

Qui ed ora

Cosa ci fa stare bene quando ci relazioniamo con un animale? Provate a passare anche solo pochi istanti con un gatto, un cane, un asino, un cavallo, una tartaruga… qualsiasi animale e se riuscite a stare in quella relazione tutto il mondo esterno, quello del lavoro, della famiglia, della coppia, svanisce. Esiste un momento in quella relazione dove si raggiunge un punto di profondità talmente forte che si respira il vero “hic et nunc”. Pensate ad un cane, ad un gatto, a qualsiasi animale. Un tempo si diceva che non avessero cognizione del tempo che scorre perché se lasciati in casa da soli anche pochi secondi, al ritorno ci accolgono con feste enormi, come se non ci vedessero da un secolo. Evidentemente la concezione del tempo dell’animale è diversa da quella dell’uomo, ma non è così vero che quelle feste sono così tante perché l’animale non sa da quanto tempo manchiamo dalla sua vista. Questo è un tentativo umano di dare sempre una spiegazione “mentale”. In realtà, ripeto, benché differenze nella percezione del tempo esistano, il cane in quel momento è felice punto e basta. stop. nient’altro passa nella sua mente, nel suo cuore, nel suo corpo se non felicità allo stato puro. Non è importante se ci siamo visti poco fa, io ora sono felice e te lo devo dimostrare. Pensiamo a quante volte noi umani viviamo un’emozione nel qui ed ora ma la mente ci porta in tutt’altra direzione “si, è vero, sono felice, ma se domani fossi a casa dal lavoro lo sarei di più” “non essere triste, forza, andiamo a fare qualcosa così non ci pensi…” sono moltissimi i tentativi che noi umani mettiamo in atto anche nei nostri confronti, che non ci permettono di vivere l’emozione nel momento presente.

Scienza e coscienza

Il problema di che cosa sia e da dove provenga la coscienza, è uno dei temi che appassiona fin
dall’origine dei tempi. Dalla filosofia alla psicologia, alle più recenti scoperte delle neuroscienze si è cercato di comprendere il mistero di questa capacità, che nelle sue forme più articolate ci caratterizza e ci rende unici nel panorama
dell’evoluzione.
Lo studio della coscienza ha sofferto per lungo tempo dell’idea che si trattasse di qualcosa di speciale, non riconducibile alla realtà del corpo, alla nostra materialità intesa come meraviglioso insieme di funzioni e vita, come se questo fosse troppo poco per spiegare la facoltà di sentirci presenti a noi stessi, vivi, e capaci di una riflessione sul mondo e su noi stessi. Ancora oggi incorriamo nell’errore di considerare la mente e il corpo come entità separate, di natura completamente diversa, attribuendo al corpo un ruolo quasi di secondo ordine rispetto alle funzioni che attribuiamo alla mente. Nelle teorie più recenti sulla coscienza quantistica, dimostrabile attraverso esperienze di pre-morte, proiezioni ancestrali e via dicendo, la coscienza è concepita come energia che, prima di abitare un corpo diverso perché quello precedente è morto, vive ad un altro livello di realtà.

Allineamento mente-cuore-corpo

Ne abbiamo appena parlato, ma approfondiamo il discorso. Un animale è, non ci gira intorno. Se prova l’emozione della rabbia, mente, cuore e corpo sono allineati. Dopo aver mandato chiari segnali che sta a noi cogliere farà capire in maniera via via sempre più efficace per lui (ringhiando, mordendo, scalciando …) che è arrabbiato. Il suo corpo sarà arrabbiato, la sua mente anche e il suo cuore anche. E lui ci rimanderà questa emozione, chiara e limpida.
Al contrario, un animale impaurito vivrà la paura e ce la farà capire, vivere e respirare con tutte le sue forze.
Un animale riesce esattamente ad essere sempre se stesso e a mostrarlo chiaramente, quante volte noi viviamo delle emozioni e le sentiamo nel corpo ma mostriamo tutt’altro?
Dai nostri animali possiamo imparare a essere nel qui e ora, semplicemente, e quando l’emozione si affievolisce a lasciarla andare senza rancori.

Emozioni

Stiamo parlando molto di emozioni e fortunatamente la scienza è approdata alla tesi ormai universalmente riconosciuta che l’animale prova emozioni. Cerchiamo anche in questo caso di non antropomorfizzare il nostro vissuto sul piano emotivo. Le emozioni primarie ci accomunano sicuramente al mondo degli animali, ma il modo di viverle, percepirle e manifestarle è unico ed irripetibile, certamente a livello di specie ci sono dei punti in comune ma è l’individualità a fare la differenza. Non solo l’animale prova emozioni, ma è in grado di percepire le emozioni provate dalla persona che ha di fronte, probabilmente anche su un piano altro, più sottile, certamente perché ogni emozione che si vive lascia una traccia corporea: aumento della sudorazione, rilascio di ormoni, temperatura corporea, battito cardiaco, tutto diventa una mappa perché l’animale che ci sta di fronte (se lo desidera) può comprendere e comprenderci meglio. Ultimo ma non per importanza. L’Animale genera emozioni, è un catalizzatore sociale ed emotivo.

Animali e religioni

Le diverese religioni hanno affrontato il problema dell’anima degli animali, con diffrenti posizioni. Le religioni pagane antiche ritenevano che gli animali avessero un’anima, gli Egizi seppellivano e mummificavano spesso anche gli animali insieme ai Faraoni e gli animali erano anche divinizzati, vi erano divinità con volto animale e corpo umano. Per il cristianesimo delle origini la questione era controversa, ma nel Medioevo gli animali divennero in molti casi l’emblema del male e sicuramente non avevano un’anima. Recentemente papa Francesco ha affermato che ce l’hanno. Nelle religioni orientali come Induismo e Buddhismo gli animali entrano nella ruota della reincarnazione, e hanno quindi un’anima come gli esseri umani.

Non giudizio

Sarebbe bello se potessimo vivere in un mondo in cui abbiamo la possibilità di essere pienamente e liberamente noi stessi, sempre nel rispetto dell’altro. Tendenzialmente siamo invece portati al giudizio, soprattutto all’auto-giudizio, a bloccarci nei nostri desideri di agire, sentire e fare per timore di noi, dell’altro, di ciò che l’altro dirà o farà, pensate che dispendio di energia… L’animale non si giudica, egli semplicemente è, e non giudica l’altro, vive quindi di relazioni molto trasparenti ed autentiche, in cui la libertà di essere è l’aspetto più importante.

Linguaggio universale

E’ una modalità solo dell’animale umano quella di dividere e “raggruppare”. Abbiamo nel corso del tempo creato migliaia di lingue e linguaggi diversi. Sto parlando ovviamente della lingua parlata, a cui abbiamo dato un valore fondamentale (e sicuramente è una forma di comunicazione impor tante), dimenticandoci però che c’è tutto un mondo, quello non ver bale e paraverbale che fa la differenza. L’Animale non Umano ha utilizzato come lin guaggio prevalente quel lo non verbale, paraver bale e si è con il tempo della domesticazione creato un codice universalmente riconosciuto (in animali che non hanno vissuti traumatici, altrimenti non è detto che sia conosciuto in caso di privazione sensoriale, maltrattamenti…). Un cane francese è in grado di comunicare con un cane dell’estremo oriente, perché entrambi parlano una lingua universale. E’ meraviglioso pensare che a latitudini e longitudini opposte, le forme comunicative di base siano le stesse. Accettazione degli eventi Un animale, proprio per tutto quello che abbiamo specificato fino ad ora, vive gli eventi come momenti di passaggio. Qualsiasi evento, dal migliore al peggiore, è vissuto nella pienezza del momento. Ho sentito dire che un animale, quando muore il compagno umano, si riaffeziona ad una nuova persona, quindi si dimentica di ciò che è stato. Nulla di più sbagliato. Un animale vive semplicemente, senza se e senza ma. Sente e percepisce, vive e respira l’emozione del momento, ma poi va avanti, agisce, poiché la sua vita è un insieme di moltissimi e meravigliosi qui ed ora, che integrati diventano un patrimonio preziosissimo. Un animale che perde il proprietario non si dimentica di lui, sente la tristezza, ma poi agisce perché la vita va vissuta, agita. In questa vita dobbiamo giocarci tutta la nostra essenza, maturare il maggior numero di esperienze…

[the_ad_placement id=”worlfiliadoen”]

Essenza

spirito animale
Eh sì, forse è la punta dell’iceberg della spiritualità, essere Essenza significa ricontattare quella fiamma vitale che brucia meravigliosamente dentro di noi, che ci fa tendere alla vita, al piacere, alle relazioni che ci fanno stare bene, ancora un volta dirò senza se e senza ma. Un animale è, semplicemente è, e non ha paura di perdere qualcuno se segue la sua essenza. Il suo compito non è assecondare gli altri ma vivere la pienezza della sua anima, della sua essenza in tutto quello che fa, dalla cosa più semplice a quella più complessa. Non è per tutti essere “compagni di essenza” di un animale, a volte il desiderio è quello di imporre trasmettere il nostro modello, perché pensiamo che sia giusto, perché pensiamo che sia vin cente e forse lo è anche, ma ecco, non può e non deve esistere un modello preconfezionato. Ogni essere vivente deve essere accompa gnato nella sua Essenza e deve avere la possibilità di giocarsela interamente, di viverla appieno. Ecco, forse il punto è questo. Siamo arrivati in uno-spazio-ed-untempo in cui ci stiamo alienando da questa Essenza individuale e forse ora più che mai abbiamo bisogno della relazione con gli animali perché loro ce la rimandano costantemente. Abbiamo parlato di spiritualità, ma forse, viste le conside razioni, il discorso è ancora più elevato, dobbiamo tornare alla no stra animalità, che ovviamente deve essere costruita in un mondo in cui tessiamo reti sociali, ma dobbiamo tornare a toccare con mano questo nostro essere animali e soprattutto dobbiamo permettere agli animali di continuare a viverla, approcciandoci loro con curiosità e con interesse. Compito della domesticazione non è umanizzare, compito della domesticazione è permettere all’altro di tirare fuori il meglio di sé, della sua Essenza. E c’è bisogno ora di tornare lì, a quel punto, c’è bisogno di lasciarci contaminare dall’Animalità.

amore, ecco come riconquistare un ex

Amore, ecco come riconquistare un ex

Riconquistare un ex? A tutte nella vita è capitato di voler tornare sui proprio passi in amore. Vediamo se è veramente possibile e come possiamo riconquistarlo.

Sicuramente è capitato a molte (quasi tutte?), che un grande amore finito, magari per futili motivi, tornasse a farsi vivo? Oppure ci si è lasciati per qualcosa di effimero che col tempo non ha più la stessa importanza e si scopre che solo l’ex era il vero unico “grande amore” e si decide di tentare di riconquistarlo! Insomma quante domande, poi magari ci si è lasciati solo per qualche banale incomprensione, oppure pensi di aver avuto una reazione eccessiva a quella che hai pensato fosse una sua mancanza, magari invece il motivo era serio ed importante come un tradimento, o qualcosa che si è ritenuto veramente grave. Ma nel frattempo tutti questi motivi, anche se ritenuti più che validi, sono spariti di fronte ad un quotidiano senza l’amato bene ed allora si cerca di mettere in atto tutta una serie di strategie per cercare di riconquistare il partner, anche se si era deciso di por fine alla storia.

Pronti a ricominciare

Lui sarà pronto a ricominciare? E tu? saresti pronta a dimenticare i motivi del litigio che vi ha fatto separare? Pensi che non siano importanti? Lo hai perdonato? Ancora lo ami? Quali motivi sono i più validi per te o per l’altro? Cerchiamo insieme una risposta con l’aiuto degli astri.

RITORNO SEGNO PER SEGNO

Sei un segno che ritornerebbe con il suo ex? E perché? E come riconquistare un ex secondo il suo segno?

[the_ad_placement id=”worlfiliaup”]

Sommario

  • Riconquistare un ex dell’Ariete
  • Riconquistare un ex del Toro
  • Riconquistare un ex dei Gemelli
  • Riconquistare un ex del Cancro
  • Riconquistare un ex del Leone
  • Riconquistare un ex della Vergine
  • Riconquistare un ex della Bilancia
  • Riconquistare un ex dello Scorpione
  • Riconquistare un ex del Sagittario
  • Riconquistare un ex del Capricorno
  • Riconquistare un ex dell’Aquario
  • Riconquistare un ex dei Pesci
  • ariete exUn Ariete ricomincia con l’ex?
    Ma neanche per sogno! Sia ben chiaro se tu prendi una decisione lo fai per affermare la tua personalità e certamente non commetti errori e tanto meno sei disposta a ripensamenti ed ad ammettere di esserti sbagliata.

    Come ricominciare con un Ariete.
    La sua natura combattiva, irruente e passionale non intende ragioni ma tu parti all’attacco, non è possibile che ci sia qualcuno che non desidera stare con te! Cercarlo intrufolandosi tra i suoi amici è un buon punto di partenza.

    toro exUn Toro ricomincia con l’ex?
    Calma, paziente abitudinaria, in fondo è meglio stare con qualcuno che conosci e che ti conosce, quindi sì, prendendo i tuoi tempi, decidi che forse è meglio dimenticare certe scaramucce e ricominciare daccapo..

    Come ricominciare con un Toro.
    Non è difficile: sesso e cibo sono sicuramente i suoi punti deboli!! Trovare l’occasione giusta per scovarlo in un noto ristorante dove sta degustando i suoi cibi preferiti sarà fin troppo facile. Di lì a risedurlo… è un attimo!

    gemelli exUn Gemelli ricomincia con l’ex?
    Bé dipende! Se sei stata tu a lasciarlo: no; sei già passata oltre, le novità di attraggono sempre! Ma se è stato lui a lasciarti… è tutta un’altra cosa, magari solo per recitare la parte dell’innamorata e vedere l’effetto che fa!

    Come ricominciare con un Gemelli.
    La sua naturale curiosità lo spinge ad andare in verifica per controllare se veramente ormai si è tutto spento, finito, oppure hai ancora una possibilità… insomma incuriosiscilo e riprovaci, comunque decide di momento in momento.

    cancro exUn Cancro ricomincia con l’ex?
    Romantica e sognatrice tendi ad idealizzare ogni sospiro, figuriamoci un amante, quindi ti abbarbichi come l’edera e non sei certamente disposta a mollare chicchessia. Sei disposta a perdonare tutto (o quasi).

    Come ricominciare con un Cancro.
    Se si fissa su qualcuno, è disposto a molto pur di tenerselo ben stretto, quindi se vi siete lasciati non è certo per sua scelta. Se senza di lui ti senti persa, diglielo, farà il permaloso, ma lo riconquisterai.

    leone exUn Leone ricomincia con l’ex?
    Troppo orgogliosa per ritornare su una tua decisione, ma non sei assolutamente disposta a tollerare che veramente lui abbia avuto il coraggio di lasciare una persona meravigliosa come te, e puoi diventare una stalker per riaverlo.

    Come ricominciare con un Leone.
    Se è stato lui a lasciarti non sarà facile farsi perdonare per l’atto che lui considera assolutamente di lesa maestà, ma se sei stata tu a lasciarlo… riprovaci, ancora non ci crede che tu l’abbia davvero fatto alla fine.

    vergine exUn Vergine ricomincia con l’ex?
    Troppo spesso tendi a sottovalutarti quindi anche se pensi di non meritarti l’ambito partner, sei disposta a stenderti a volte quasi a zerbino pur di riaverlo, se lo desideri, e ottieni lo scopo.. Ma meglio parlargli con calma, no?

    Come ricominciare con un Vergine.
    Sicuramente qualcuno capace di circondarvi di premure, ma un po’ permaloso, meglio contare sugli eventuali sensi di colpa che ha di suo o che puoi fargli venire tu. Insisti se si sente in difetto, cederà.

    bilancia exUn Bilancia ricomincia con l’ex?
    In preda a dubbi esistenziali ed incapace di concepirti ‘single’ (è veramente impossibile per te) a meno che tu non abbia già in mente un degno rimpiazzo, sei pronta a ricominciare… purchè ne valga la pena.. Senza troppa ansia insomma.

    Come ricominciare con un Bilancia.
    Contate sul suo bisogno di sentirsi in coppia, attiratelo con la solidità delle vostre intenzioni e pronunciate promesse solenni dicendo che cambierete, mettetevi adeguatamente ‘in tiro’. non saprà resistere ad un rinnovo di eleganza e classe.

    scorpione exUn Scorpione ricomincia con l’ex?
    Più la cosa è difficile e complicata più ne sei attratta, e poi ricominciare o no è del tutto uguale. Se c’era passione ed eros, sarà bello.

    Come ricominciare con un Scorpione.
    Facendogli ricordare quanto era complicato il vostro rapporto, lanciategli la sfida, non si tirerà indietro. A volte preferisce questa fase.

    sagittario exUn Sagittario ricomincia con l’ex?
    Molto dipende dal periodo di vita che stai attraversando, se hai chiaro gli obiettivi che desideri vai dritta allo scopo e niente ti potrà fermare.

    Come ricominciare con un Sagittario.
    I Sagittari hanno un grande spirito di avventura, sono generosi e, spesso, molto ingenui: vi crederà, qualunque cosa gli racconterete.

    capricorno exUn Capricorno ricomincia con l’ex?
    Badare al sodo ed ai risultati è la cosa che più vi interessa, e se il vostro amore persiste farete tutto il possibile per riottenerlo.

    Come ricominciare con un Capricorno.
    Mostrandogli la concretezza del vostro affetto, e l’utilità del vostro rapporto. Ma dovete convincerlo facendo presa sul sentimento.

    aquario exUn Aquario ricomincia con l’ex?
    Tu hai bisogno di provare, sperimentare, un rapporto, ma chi l’ha stabilito che sia finito? Ricominciare, continuare, va bene tutto.

    Come ricominciare con un Aquario.
    Questo segno ama più l’usa-e-getta, quindi potreste essere stata solo una breve parentesi, se lo rivolete accettatelo come ‘amico speciale’.

    pesci exUn Pesci ricomincia con l’ex?
    Questo segno non accetta mai la fine di una storia, per lui niente finisce veramente… in un tempo ed un mondo ideale.

    Come ricominciare con un Pesci.
    Se è ancora innamorato non ci sono problemi, dovrete solo superare la dose immane di lamentele e rimproveri che vi farà e lo riavrete

    [the_ad_placement id=”worlfiliadoen”]

    12 modi di amare per ogni segno zodiacale

    12 modi di amare per ogni segno zodiacale

    Gli antichi greci avevano molte parole per indicare l’amore. Questa varietà la ritroviamo nell’astrologia: 12 modi di amare, espressi per ogni segno zodiacale, ma che tutti possono imparare.

    Siamo tutti disposti a seguire le Vie del Cuore, un percorso in realtà quasi misterico, nel senso che ha molti aspetti sconosciuti e che si imparano con l’esperienza diretta sulla propria pelle. Lezioni che in genere non si scordano più… ma non potremmo allora arrivare un po’ più preparati? Certamente, con l’aiuto della fidatissima astrologia che se ben conosciuta ha una riposta quasi per tutto. E in questo caso con l’aiuto anche degli antichi: i nostri padri culturali, i filosofi greci e i poeti, che di amore sapevano parecchio.

    L’amore ha molti volti

    Cominciamo da un concetto fondamentale: l’amore non è un assoluto, un tutto-unico che detto così più che altro spaventa… e porta a sintomi di inadeguatezza, come per esempio”non sono capace d’amare, l’amore non so cos’è e non so nemmeno definirlo”. Se partiamo dall’idea che l’amore è come un prisma e si può scomporre in parti, come un arcobaleno, sarà più facile avvicinarsi a questo sentimento. Gli antichi facevamo proprio così, tanto che esistono molte parole diverse per dire amore. Vediamole.
    FILIA. È l’amore e il forte affetto che si prova per gli amici. La dimensione dell’amicizia e del cameratismo era molto importante in Grecia.
    EROS. È l’amore connotato da una forte attrazione sessuale, l’amore di coppia per eccellenza.
    AGAPE. È stato tradotto in molti modi, e nel Vangelo, scritto in greco antico, è l’unica parola rimasta per indicare l’amore. Famoso il passo della Lettera di San Paolo “se anche avrai tutto, senza l’amore sarai vuoto come un cembalo risonante”, dove si usa appunto Agape. Una traduzione attuale potrebbe essere amore incondizionato.
    STORCE. L’amore familiare, misto di rispetto e gratitudine che si prova per i genitori, gli antenati, i figli, i fratelli.
    KESED. È un termine ebraico molto bello che indica l’amore espresso soprattutto come affetto, tenerezza, compassione, nel senso di capacità di provare gli stessi sentimenti dell’essere amato, di mettersi nei suoi panni.

    12 modi di amare

    Da queste parole antiche è possibile farne derivare altre, fino a scomporre il termine amore in 12 concetti che, tutti, concorrono a dare un’idea di che cosa può essere questo sentimento. Sono tutte parti importanti dell’amore, ma ciascuno di noi ne sente alcune come più affini al proprio modo di amare. Perché una cosa è certa, ed è proprio l’astrologia a insegnarlo: l’amore è soprattutto libertà, non c’è un solo modo di amare, ma uno diverso per ciascuno di noi. Che può dipendere anche dal modo personale con cui ognuno coniuga e interpreta queste parole, fino a dare vita a un’alchimia personalissima: il nostro personale, unico modo d’amare.

    Segni che si parlano

    Vediamo allora i 12 segni quale parte dell’amore sentono come più affine, qual è il loro modo d’amare naturale fra i 12 contemplati fin dall’antichità, e che cosa possono imparare dal segno opposto (considerando che l’astrologia moderna, proprio come la psicologia junghiana) è dialettica: esistono cioè, in pratica, 6 segni più sei, e non si parla tanto di ariete, toro ecc., ma di asse ariete-bilancia, toro-scorpione, ecc. Naturalmente, secondo il tema natale, l’alchimia sarà complessa: qui vogliamo solo dare uno spunto, per capire che è necessario, come sempre, Conoscere se stessi, cioè comprendere che cosa veramente cerchiamo, desideriamo e possiamo esprimere per essere felici nella vita.

    [the_ad_placement id=”worlfiliaup”]

    (1) – Amore familiare

    È sicuramente un modo d’amare affine al segno del Cancro: il rispetto per le figure genitoriali, e a volte il bisogno che questo segno ne ha, per tutta la vita, si tramuta nella necessità di instaurare rapporti che giocano con le dinamiche filiari e genitoriali anche nelle relazioni adulte. Il partner cioè sarà sempre un po’ figlio o padre-madre, e lo si legherà a sé anche e soprattutto con l’accudimento, l’offerta di un nido sicuro e avvolgente, e a volte con dinamiche, inconsce ma non per questo poco forti, di una sorta di innocente ricatto affettivo: ti amo e ti voglio anche perché ho bisogno di te e tu hai bisogno di me, e rendermi autonomo è l’ultimo dei mie pensieri. Finchè avremo bisogno l’uno dell’altro, non ci lasceremo e saremo felici. Il segno dialetticamente opposto al Cancro, il Capricorno, può insegnare proprio il valore dell’autonomia: ti amo e sto con te non perché ho bisogno di te, posso farcela benissimo da solo, ma sto con te per scelta. Ovviamente, è la sottile alchimia fra queste due istanze a dare vita a una relazione equlibrata: la capacità del Cancro di avvolgere in un abbraccio caldo è impagabile, e nessuna delle caratteristiche che andremo a esaminare è giusta o sbagliata. Semplicemente, va conosciuta per quello che è ed eventualmente corretta.

    (2) – Amore per gli Amici

    Come tutte le altre, è una sfumatura dell’amore presente più o meno in tutti noi, ma di certo è prevalente nel segno dei Gemelli. Il partner è visto da un Gemelli come un amico speciale, un amico d’elezione, ma pur sempre un amico. Questo vuol dire due cose: che di amici… ce ne possono essere più d’uno, e certamente la fedeltà non è un valore assoluto per il Gemelli. E che l’amicizia non contempla sentimenti estremi e, visti dal Gemelli, aberranti come il possesso, la gelosia, i ricatti emotivi, gli inganni, i misteri. Qualità sublime di questo modo d’amare è la comunicazione: il partner viene scelto perché è la persona con cui più che con qualsiasi altro essere al mondo si può parlare: di tutto, sempre, a livelli diversi (telefono, mail, lettere, sms… ogni genere di forma di comunicazione viene esplorata e perfezionata). Il segno opposto, in questo caso, non insegna l’opposto, ma aggiunge una qualità: il Sagittario ama gli amici, ma li considera anche compagni d’avventura. Aggiunge cioè uno scopo, spesso un ideale comune, o un progetto, una “nuova terra da conquistare” insieme, al rapporto d’amicizia. Il partner diventa allora la persona che ci capisce, si entusiasma ed è disposta a partire con noi per un’avventura esaltante: conquistare insieme il mondo!

    (3) – Amore per se stessi

    Non si può amare nessuno se prima non impariamo ad amare noi stessi, a volerci bene, a valorizzarci. Se l’ego non è solido, ben formato, come potrà aprirsi all’altro-da-sé e incontrare l’amore? È una verità innegabile, e il segno dell’Ariete la incarna meglio di altri. Si dice che l’Ariete ama in modo egoista, a volte è vero, ma ha qualcosa da insegnare. Ogni Ariete (o Venere in Ariete) cerca in modo spontaneo di capire, costruire e vivere una sorta di mito di se stesso, cioè di comprendere tutte le potenzialità della propria personalità e di esprimerle al meglio… è una cosa che dovremmo fare tutti: far brillare la nostra stella. Solo allora potremo incontrare un’altra stella e dare vita a una… costellazione d’amore valida. In caso contrario, come diceva Jung, verremo travolti da una dinamica complessa: quando ci innamoriamo, sperimentiamo una sorta di morte dell’ego, che incontrando l’altro si sente minacciato. Il segno opposto all’Ariete, la Bilancia (o Venere in Bilancia), insegna proprio questo: a incontrare l’altro.

    (4) – Amore Sessuale

    Non è l’avventura erotica tout court, ma quel tipo di amore che nasce dalla pancia e dalla pelle: un’attrazione che non sappiamo spiegarci razionalmente. Il partner sembra non avere nessuna delle caratteristiche che con la testa cerchiamo o pensiamo di volere. Eppure il suo odore, o una sua espressione, o un qualcosa che non sappiamo spiegarci, ci attrae senza scampo. Sembra veramente di vedere Cupido (Eros, il figlio di Venere) che lancia la sua freccia a tradimento…Condizioni che accompagnano questo innamoramento, ben espresse dal saggio di Hillman su Afrodite, sono la confusione e la non possibilità di scegliere. È un ingrediente che non può mancare a una coppia che si sta formando, a nessuna coppia, ma sicuramente più predisposto a seguire l’istinto, a fidarsi dei sensi senza far troppo intervenire la razionalità, è il segno del Toro. Dove infatti Venere è in esaltazione. Ti amo perché mi piaci, tu e solo tu, non so dirti perché ma è così, può essere il motto del Toro.

    (5) – Amore Romantico

    Ti amerò per sempre, ti ho già amato in altre vite e ti amerò ancora, sono le nostre anime che si sono riconosciute, la morte non ci separerà… frasi così nella vita reale solo un Pesci riesce a pronunciarle con disinvoltura . Un Pesci ama veramente così, ci crede e fino in fondo. L’amore romantico è quello che tutti sognamo… almeno apparentemente. Perché in fondo non tutti sono disposti a volare così alto… a vibrare a queste frequenze. Può essere una frase detta in un attimo di passione, una volta nella vita, ma nella vita di tutti i giorni chi ce la fa a nutrire e contemplare concetti come eternità, completo dono di sé, abbandono, estasi? Fuggiamo spaventati. Ecco che allora il segno opposto, la Vergine, può insegnare il buon senso e il radicamento nella realtà: a verificare, cioè, se siamo solamente innamorati dell’amore e di questo tipo di amore assoluto, o se veramente il partner ci ispira emozioni e sentimenti così alti e totali. Una verifica importantissima per evitare delusioni.

    (6) – Amore Platonico

    Tu sei il partner perfetto, l’anima gemella, l’altra metà della mela. Un concetto platonico appunto, cioè espresso da Platone nel famoso mito che ci dice che alla nascita siamo un intero, poi ci tagliano a metà e passiamo tutta la vita a cercare la metà mancante. A ragionare così è soprattutto la Bilancia, che cerca senza sosta il partner perfetto. Che più o meno recita: c’è una Idea della mela, e solo la mela ideale è perfetta. Tutte le mele che esistono in realtà possono solo assomigliare a quella ideale, avvicinarsi, imitare… Non si troverà mai il partner dei sogni allora? Si può sempre imparare dal segno opposto, l’Ariete, il concetto di unicità: fra tutte le mele che esistono, tu sei quella che per me va meglio. Perché tu… mi fai da specchio: solo con te, cioè, provo e mi sento così bene. Me stesso. O anche, usando le parole famosissime del Piccolo Principe, “tu sei per me unico al mondo. Unica perché sei la MIA rosa. È il tempo che hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua ros così importante”.

    (7) – Amore caritatevole, incondizionato

    In altre parole, ti amo perché mi fido di te. Perché sento un’affinità con te molto forte, perché credo in te e son disposto a mettermi in gioco in un progetto comune. La Vergine lo esprime più di altri, naturalmente come punto d’arrivo di un lungo processo: prima di fidarmi di te, cioè, ti sottopongo a una innumerevole serie di prove, critiche, esami. Puntuali e puntigliosi. Sulle cose piccole e quelle grandi. Se li superi, allora con la massima naturalezza e semplicità stringerò un patto con te che niente potrà incrinare. E mi prenderò cura di te e lascerò che tu ti prenda cura di me. Le coppie di una Vergine difficilmente naufragano perché hanno basi solide e profonde. Il segno opposto può però insegnare l’arte dell’improvvisazione e dell’ispirazione: non temo l’imprevisto, mi lascio soprendere dal partner perché so, ogni volta, vedere in lui le caratteristiche che mi legano, senza bisogno che sia sempre tutto uguale

    (8) – Amore politico e sociale

    Va inteso sia come la ricerca di un partner con cui condividere un obiettivo comune, una conquista, un progetto lavorativo…sia come la capacità di agire in amore in senso politico, cioè con una strategia chiara e dichiarata, con realismo e senso dell’opportunità, senza volare troppo sulle ali del sogno e della fantasia. Il Capricorno esprime questo modo d’amare nel senso migliore: la ricerca di un compagno è lucida, programmata. Si sta bene anche da soli e non si è emotivamente dipendenti dal partner, si instaura un rapporto adulto ed equlibrato in cui ciascuno ha cura dei suoi spazi. Il punto di forza è la capacità di ridere insieme, e quella di lavorare insieme per un progetto con senso di responsabilità. Certo a volte manca un po’ di tenerezza… di abbandono, che può insegnare il segno opposto, il Cancro. Insieme al gusto del gioco: ci vediamo tutto il giorno senza fare proprio niente di niente, stiamo insieme e basta…, e facciamo un po’ gli scemi, coccolando le nostre debolezze, le contraddizioni.

    (9) – Amore Ideale

    Ho una idea in testa di come dovrebbe essere un rapporto d’amore per me e la cerco, scartando ogni rapporto finchè nona la trovo. A costo di rimanere da solo. Sembrerà strano, ma è il Leone a esprimere questo modo d’amare. Il Leone è un segno fisso, ha cioè una idea ben precisa di quello che vuole che difficilmente muta o si evolve. Fissa e immutabile, come il Sole che è il pianeta guida del segno. Avere un obiettivo preciso è un bene in ogni rapporto, e darsi degli schemi dai quali non uscire può aiutare a evitare rapporti fallimentari e che nascono malati fin dall’inizio. A patto che lo schema non sia troppo rigido: il rischio è quello della “sindrome del principe- principessa”, che aspetta il partner adeguato e approvato dalla famiglia reale… a scardinare queste dinamiche può riuscirci il segno opposto, l’Acquario, non a caso ritenuto il segno della Rivoluzione francese: libertè, è il suo grido di battaglia. Un partner mi può piacere e andare bene per me anche se non risponde a nessuno dei requisiti.

    (10) – Amore di fede, devozione

    Io credo in te. A priori, perché sei il mio uomo o la mia donna. Ti vedo come un eroe senza macchia, un duro e puro. So che non mi deluderai mai. Ti ammiro e ti venero, quasi. Sei come il protagonista di un film che rivedrei all’infinito. Mi esalti, mi fai stare bene, mi fai… volare. Un pizzico di questi sentimenti è necessario in ogni coppia… Poi certo i difetti emergono…ma c’è un segno che riesce a prolungare tantissimo questo stato, il Sagittario. Perché è nella sua natura credere in qualcosa, buttarsi anima e corpo. Niente è impossibile per questo segno… sì, anche vedere un Brad Pitt o un Einstein in quell’essere che si aggira al mattino in pigiama per casa inciampando nelle ciabatte e smoccolando fino a dopo il caffè e cornetto… Ma sì, perché no?, in fondo. La bellezza è negli occhi di chi guarda, e contenti loro alla fine… chi può intromettersi? Forse solo il segno opposto, il Gemelli, che può insegnare quel pizzico di ironia che non guasta.

    (11) – Amore senza regole

    L’amore è libertà assoluta. Io amo chi voglio e come voglio e nessuno mi pu dire che sbaglio o che sarò infelice. Mi possono venire a dire che sei un Ufo, un alieno sbarcato sulla terra, e a me… che importa? Ti ho scelto, e con te sono felice. E che tutti vadano a quel paese. Un grado di scicurezza così è auspicabile in ogni rapporto, ma l’Aquario lo esprime al massimo grado. A questo segno davvero non importa se il partner ha… due dita in più o due antenne sulla testa o la pelle tendente al verde-alieno. Anzi, cerca persone originali, uniche, eccezionali. È il tipo di segno, per esempio, che non sceglierebbe mai un cane di razza ma che predilige i bastardini, o cani-fantasia, perché sono unici e irripetibili. Usando la citazione di un film, Shrek, si potrebbe dire che queste coppie “vissero per sempre orrendi e contenti”. Certo… esaurita la spinta ribelle iniziale, quando ci si rende conto che si è scelto di vivere in una… palude melmosa forse un dubbio viene. Ecco allora che il segno opposto, il Leone, può insegnare a… dare un’occhiata critica a questa palude PRIMA di eleggerla a domicilio. Almeno per verificare che sia possibile una parziale bonifica…

    (12) – Amore Passionale

    Ti amo perché mi fai provare sensazioni irripetibili, all’ultimo respiro, indicibili. E Con il sesso, e non solo. Perché mi sai prendere da quel lato selvaggio, nascosto, tabù, come nessuno ha mai fatto. Perché per te sono disposto a mollare tutto, adesso, subito, e a seguirti nella notte senza fare domande. Ti amo perché non posso stare un giorno senza di te e ogni volta che ci vediamo sembra l’ultima da tanto è intensa, sconvolgente. Chi non ha sognato mai una passione così? Salvo poi fuggire. L’unico segno che non scappa è lo Scorpione, che ha anzi la capacità di “fabbricare” passioni e di coltivarle giorno dopo giorno. E dopo 20 anni di vita insieme ancora freme di gelosia. Un pizzico di passione andrebbe aggiunta a ogni rapporto, ma è un’arte difficile, quasi mai un dono del destino: la passione va coltivata, curata, costruita istante dopo istante con un enorme spreco di energie mentali e fisiche. Tanto che spesso veramente non si riesce a fare altro, anche se ne vale la pena. Certo ogni tanto potersi rilassare insieme al partner non sarebbe male, una bella serata con pigiamone flanellato e calzini di spugna invece che guepiere e calze a rete. Il segno opposto, il Toro, può insegnarlo.

    [the_ad_placement id=”worlfiliadoen”]

    Manuale d'Amore, ecco come ti vede Lui

    Manuale d'Amore, ecco come ti vede Lui

    Come ti vede lui? Come far durare l’amore per sempre? Il dossier più completo sull’amore e sull’eros segno per segno: dai primi momenti di passione, alla tenerezza, al matrimonio…

    Sono tantissime le cose da prendere in considerazione quando ci innamoriamo, anche se naturalmente sembra sempre un caso, un colpo di fulmine, una scoperta improvvisa che ci pone in uno stato di grazia e ci fa gridare quasi al miracolo. L’astrologia ci insegna invece che quando una persona ci piace tanto fino a innamorarci, ci sono sempre forze “misteriose” all’opera, che poi tanto misteriose non sono: si tratta di condizionamenti inconsci, modelli che abbiamo dentro e che ci influenzano per farci preferire una persona fra mille. Proviamo allora a scomporre questi fattori, analizzando come lui si può innamorare di noi, come ci vede, come far durare l’amore per sempre, o quasi, almeno nelle intenzioni, segno per segno. E chiediamo un piccolo aiuto ai Fiori di Bach, per smussare i difetti del nostro modo di amare.

    [the_ad_placement id=”worlfiliaup”]

    Sommario

  • Ariete
  • Toro
  • Gemelli
  • Cancro
  • Leone
  • Vergine
  • Bilancia
  • Scorpione
  • Sagittario
  • Capricorno
  • Aquario
  • Pesci
  • Come far durare l’amore per sempre.
  • Ariete

    Come ti vede lui?
    La cacciatrice. La tua sicurezza è il primo elemento che salta agli occhi. Puoi avere dei dubbi su te stessa, ma gli uomini ti colgono come una donna sicura e vincente. Una che quando ha un’idea in testa lotta per realizzarla. Davanti a te il tuo uomo si sente sempre un po’ preda e quindi il primo impulso può essere quello di fuggire, oppure di arrendersi svelando i suoi segreti. Tu dai sempre all’altro la possibilità di scegliere, anche se spesso lui non se ne rende conto, ma sei anche sempre pronta a far notare le scelte che ritieni sbagliate. Chi si confronta con te ha la sensazione che difficilmente tu sarai perdente: la tua qualità principale è quella di mantenere il controllo della situazione. Chi si innamora di te sente che tu chiedi sempre di più e che hai bisogno di continui stimoli e novità per essere appagata completamente.

    Toro

    Come ti vede lui?
    La vera donna. Vieni spesso percepita come una moglie ideale e come una casalinga che trova nella dimensione domestica la sua realizzazione. Gli uomini ti vedono come una donna forte che può sopportare tutto e farsi carico del lavoro, della famiglia, dei figli e affidano a te tutte le responsabilità, perché tu non ti sottrai. Questo non significa che sembri una persona che non sa godere i piaceri della vita, al contrario, quello che fai sembra piacerti sempre. Ed emerge il tuo modo di fare sempre rilassato e a tuo agio, anche se magari non lo sei completamente. A volte il tuo uomo non mette in primo piano l’erotismo nel rapporto con te: per te il piacere è più goderti la vita e quando sei in famiglia davanti a una tavola imbandita sembra che tu abbia raggiunto il massimo di te stessa. Questo è quello che coglie il tuo lui, ed è così, ma non rinunciare a sottolineare anche le tue esigenze più intime.

    Gemelli

    Come ti vede lui? L’intellettuale. Sei fresca e leggera,persino nel modo di muoverti, non puoi stare ferma e hai sempre qualcosa in mente. Puoi sembrare dispersiva e inafferrabile, ma questo è anche il tuo punto di forza. Per piacerti chi ti sta accanto sente di doverti stimolare intellettualmente, con discorsi, pensieri, sogni occhi aperti in cui trovi la tua dimensione vitale. Certe volte sembri tropo impegnativa e faticosa, e alcuni uomini preferiscono cercare prede meno complesse. Ma in amore tu non sei né la preda né il predatore, dai l’impressione di cercare qualcuno che sappia stare al tuo passo, veloce e spedito, e che ti accompagni nel labirinto dei tuoi pensieri. Molti uomini ti considerano fin troppo originale e potrebbero avere un complesso di inferiorità nei tuoi confronti, ma è anche vero che tutti sono disposti a riconoscere che con te non si annoiano mai.

    Cancro

    Come ti vede lui? La sposa. Non il piacere, non la casa, non le cose materiali sembrano interessarti, ma creare una famiglia, il nido d’amore. L’uomo che ti sta accanto può vedere questo tuo bisogno di creare una dimensione di due cuori e una capanna e non vedere tutto quello che puoi dare in più. Sembri alla ricerca di un legame che duri per l’eternità, non importa come e dove. Il rapporto emotivo è per te la cosa più importante e il metro di giudizio con cui guardi gli altri. Gli uomini ti vedono come una sposa e una moglie perché questo modo di impostare i legami spicca su tutto il resto, ma non tutti sono disponibili ad apprezzare fin da subito il profumo di fiori d’arancio che emana da te… Appari a lui come una conservatrice attaccata alle tradizioni e restia alle novità, per questo a volte la tua sensibilità non viene colta e quando lui sta vicino a te ha l’impressione che tu dica continuamente “finchè morti non ci separi”.

    Leone

    Come ti vede lui? La risoluta. Il far colpo è spesso associato al tuo modo di presentarti. Sembri perfetta da ogni punto di vista, ma anche molto sicura di te stessa e delle tue decisioni. L’uomo a volte stenta a trovare una dimensione in cui può confrontarsi con te soprattutto perché sa che difficilmente potrebbe farti cambiare idea. Ti ritiene una persona che è meglio non criticare perché pensa che tu non sappia accettare le critiche o comunque che tu ti senta ferita se qualcuno ti fa notare un errore. Anche se spesso non è così, qualcuno adotta con te la strategia dell’adulazione perché ti ritiene una donna narcisista e in un certo qual modo facile da conquistare in questo modo. Dai a volte adito a pensare che per prenderti basta preparare la rete giusta, fatta di complimenti e approvazione. Forse anche perché lasci credere che il tuo aspetto sia una delle cose che ti importano di più di te stessa, anche se non è così, ma questo chi ti ama lo sa capire quasi subito.

    Vergine

    Come ti vede lui? L’inappuntabile. Hai l’aria della persona precisa, a volte persino perfezionista. Puoi sembrare un po’ pignola e freddina nel tuo modo di porti, tanto da passare inosservata di primo acchito. Interiormente ti senti molto diversa rispetto all’immagine che le persone hanno di te ma chi ti avvicina si sente spesso giudicato a 360 gradi. Gli uomini possono in genere pensare che tu non abbia bisogno di loro, soprattutto perché non li cerchi, almeno esplicitamente, svolgi i tuoi compiti nella maniera migliore possibile e sembra che tu non abbia bisogno d’altro, nemmeno di complimenti e gratificazioni. È difficile cogliere il tuo vero modo di essere: sforzati di non far sentire inutile il tuo lui mostrandogli continuamente che basti a te stessa.

    Bilancia

    Come ti vede lui? La fidanzata. Equilibrata e irreprensibile, ma anche sognatrice e un po’ con la testa per aria. Un uomo vede in te una fidanzata perfetta con cui avere una lunga storia, anche se aa volte non si sente di impegnarsi per qualcosa di più serio. A volte il senso di responsabilità che traspare dal tuo modo di essere e d fare lo porta a vederti come la sostituta della mamma. Sente che da te può ricevere molto in termini di dolcezza e comprensione ma pensa che tu sia facile alle delusioni e potrebbe sentirsi in colpa per non darti tutte le cose che implicitamente o esplicitamente chiedi. Forse è per questo che ciò che salta di più all’occhio nel tuo carattere è una pazienza inesauribile: non sei abituata a rimproverare, ma a volte il tuo lui si sente disorientato perché non riesce a capire quello che vuoi veramente.

    Scorpione

    Come ti vede lui? L’amante perfetta. Non c’è nulla da fare, la tua sensualità è percepita lontano un miglio e tutti i tuoi gesti ispirano seduzione. Sei la donna fatale, la donna dell’amore e lui ti vede soprattutto come l’amante ideale. Con questo non è che non ti prenda seriamente o che ti consideri come una donna facile, al contrario, ma sente che non può far altro che cedere alle tue provocazioni. Sei infatti provocante anche quando non pensi di esserlo. L’uomo cerca da te anche un rapporto impegnativo, ma certamente è la tua carica erotica a colpirlo di più. Anche il tuo spirito diretto colpisce lui e la tua capacità di dire sempre ciò che pensi e desideri, tanto che a volte per lui risulti troppo schietta e spesso si sente in imbarazzo. Moderati un po’ se non vuoi scioccarlo.

    Sagittario

    Come ti vede lui? La diva. L’immagine che dai di te è a volte quella di una persona che rcita se stessa. In senso positivo: sei avvenente, e hai degli atteggiamenti che vengono colti come quelli di una diva, anche se non ne sei consapevole. Chi ti sta attorno sente che tu vuoi cure particolari e a volte hai richieste assurde, ma nella maggior parte dei casi lui è attratto da questo modo di fare e accoglie le tue richieste senza battere ciglio. Puoi a volte dare l’impre4ssione di una donna estremamente esigente. A volte per questo gli uomini si sentono poco ascoltati da te e pensano, in fondo erroneamente, di essere solo una sorta di pubblico aa cui tu puoi offrire te stessa in cambio della gratificazione di essere al centro dell’attenzione nel momento in cui lo desideri. Sforzati di ascoltare di più il tuo lui e di capire che cosa desidera veramente da te.

    Capricorno

    Come ti vede lui? Il diamante. La maggior parte degli uomini che frequenti avvertono in te un grande fascino ma anche un po’ di freddezza. Difficilmente ti lasci andare a complimenti, il tuo modo di essere viene colto come se tu stessi su un gradino più in alto di tutti. Non sembra che tu dia molto spazio alla dolcezza e alle smancerie dell’amore, cioò che appare di te è la tua severità. Un uomo con te non sa come prendere l’iniziativa perché sente che tu lasci poco spazio d’azione e soprattutto che desideri che le cose seguano il corso che tu hai stabilito. Ma quello che affascina è anche la tua sicurezza e la tua integrità, forse appari dura come una roccia ma molte persone cercano proprio un atteggiamento sicuro, in gradi di affrontare quello che loro non sanno affrontare. I tuoi consigli e la tua forza interiore sono come un’aura che ti circonda per cui molti uomini se sentono stimolati da te a raggiungere le mete più impensate.

    Aquario

    Come ti vede lui? L’indipendente e libera. Gli uomini ti vedono come una donna che sa fare i suoi conti e che, anche se ama molto concedersi allo svago, non ama gli sprechi. Sembri molto attenta al bilancio, che sia quello concreto della vita di tutti i giorni o quello di coppia e del gioco dei sentimenti per cui per dare devi sicuramente sentire che l’altro ti dà. L’uomo non ha paura di te però ti rispetta perché avverte da una parte che sei una sognatrice ma dall’altra una donna concreta che vuole realizzare i suoi obiettivi e conciliare la carriera con la vita di coppia. a volte l’uono che ti sta accanto potrebbe percepire che lui non è la cosa più importante per te e che la tua indipendenza e la tua capacità decisionale vengono prima di tutto. Il tuo compagno comunque ti vede come una persona fresca e viva e piena di vitalità che riesce a trascinarlo nei luoghi più impensati e fare di tanto in tanto dei colpi di testa salutari.

    Pesci

    Come ti vede lui? L’innamorata. Innamorata dell’amore, ecco come ti vede il tuo lui. A volte si sente per questo trascurato perché l’idea che si fa di te è che tu viva tra le nuvole e che tu sia innamorata non dell’uomo ma dell’idea che ti sei fatta di lui. Per alcuni questo può essere frustrante. Tuttavia la tua capacità di sognare è in gradi di conquistare gli uomini che hanno vogliaa di fantasticare e e che hanno ideali romantici, come quello di una donna diafana, non irraggiungibile ma sicuramente un po’ inafferrabile. Ogni uomo sente infatti che in te c’è una parte che resta nascosta alla vista e che alimenta il tuo mistero di fondo. Assieme infatti all’amore che palpita dal tuo essere anche l’alone di mistero di cui ti circondi ti conferisce un fascino strano e originale. Molti possono sentirsi intimoriti dal tuo atteggiamento sfuggente che mostra una certa timidezza, ma altri ti cercheranno come si cerca un tesoro raro.

    [the_ad_placement id=”worlfiliadoen”]

    COME FAR DURARE L’AMORE PER SEMPRE

    Ariete: per tenere stretto un ariete, il trucco c’è: malizioso ed esigente, affascinarlo una volta può non bastare. Bisogna prenderlo con l’astuzia e farlo sentire sempre sulla corda.

    Toro: per tenerti stretto bisogna offrirti un certificato di garanzia: nessuna vaghezza, ma impengi pecisi e rispettati. E stabilità emotiva, fedeltà, resistenza.

    Gemelli: per tenerlo stretto bisogna stuzzicarne l’intelligenza e dargli l’impressione di essere sempre libero. La regola fondamentale è farlo divertire.

    Cancro: all’altare si fa condurre docilmente, ma il partner deve essere determinato, pronto ad accollarsi anche le sue responsabilità, a sopportare i suoi musi, e avere la grinta necessaria per realizzare anche i sogni del cancro, che si affiderà.

    Leone: il fattore estetico è importante per tenerlo stretto: il partner deve essere sempre ben curato, elegante, brillare ai suoi occhi. Ma sempre arrendevole: guai se si arroga lo scettro del comando.

    Vergine: per trattenerlo occorrono argomentazioni logiche, rispetto e molta pazienza. Un partner disposto ad aiutarlo nel lavoro è avvantaggiato, se poi ama gli animali è fatta.
    Bilancia: per una bilancia l’importante è che una coppia sia dichiarata. L’ideale è il matrimonio.

    Scorpione: non svelarti mai fino in fondo. E indispensabile è mantenere alta la passione erotica.

    Sagittario: il rapporto deve assomigliare a un viaggio con tappe e destinazioni varie, solo così durerà per sempre.

    Capricorno: per tenerlo stretto occorrono affidabilità, serenità, perspicacia e forza di sopportazione delle difficoltà. Solo l’amore adulto e consapevole è per sempre.

    Aquario: per tenerlo stretto occorrono intelligenza, apertura mentale, originalità e disinvoltura e un pizzico d’amore.

    Pesci: sembra inafferrabile, ma catturarlo non è così difficile, basta seguire la sua vena romantica, assecondare le sue fantasie e la sua sensualità raffinata. Meglio ancora poi se il partner condivide con lui il suo universo interiore, aprendogli il cuore con sincerità e senza opporre muri.