Tarocchi: il significato degli Arcani Maggiori – Seconda parte

Dopo la Prima Parte, riprendiamo il nostro viaggio attraverso gli Arcani Maggiori visti in “pillole” e prepariamoci a incontrare nuove “tappe” lungo il cammino, senza dimenticare che l’’approccio didattico qui delineato è principalmente tarologico e quindi basato sulla interpretazione simbolica del Tarot de Marseille, detto comunemente Tarocco di Marsiglia.

La Giustizia – Numero 8

Tarocchi la giustizia significato degli Arcani Maggiori il bagatto arcanimaggiori.com  - Tarocchi: il significato degli Arcani Maggiori – Seconda parte E’ collegato alla legge, ai diritti e doveri, a tutto ciò che riguarda questioni legali e burocratiche. La Giustizia ci indica ciò che è giusto. Tra le parole chiave notiamo: bene, giusto, legge, regola, norma, giudizio, controllo, mercato, commercio, compravendita, equilibrio, difesa (la spada), intelletto, mente, verità. Indica una donna importante e professionale molto ben posizionata. Una professionista in carriera stimata e capace. Una donna intelligente e molto competente. Può essere avvocato, notaio, commercialista, psicologa, psicoterapeuta, psicanalista. La spada simboleggia il mentale e quindi tutto ciò che è legato alla psiche. La Giustizia si difende da ciò che si trova nella carta a lato della sua spada e porta equilibrio a tutto ciò che si colloca a lato della bilancia che tiene in mano. Può indicare la madre severa, autoritaria e castrante. Una donna giudicante. La donna che non transige e che punisce chi non rispetta le regole. Può essere sposa dell’Eremita se nella stesa compaiono entrambi. Tra gli aspetti involuti di questo Arcano abbiamo ingiustizia, illegalità, problemi commerciali, mentali (sovraccarico di pensieri) e/o psicologici.

L’eremita – Numero 9

Tarocchi eremita significato degli Arcani Maggiori eremita arcanimaggiori.com  - Tarocchi: il significato degli Arcani Maggiori – Seconda parte Marito e compagno della Giustizia, l’Eremita rappresenta il padre, un nonno, una persona anziana, saggia, autorevole. Una persona che ha vissuto molte esperienze e che ha acquisito consapevolezze. Egli è un terapeuta, un medico, un luminare, una guida che illumina il cammino tramite la luce della sua lanterna. Porta in luce tutto ciò che è in ombra e può essere associato all’analisi. Amministratore delegato di una multinazionale, egli è come un’eminenza grigia in stile Richelieu o Mazzarino. Tra le parole chiave abbiamo: vecchiaia, saggezza, solitudine, crisi, distacco, silenzio, introspezione, riflessione, rinuncia, privazione, il tempo lento. Le sue simbologie rimandano per analogia a quelle di Saturno in ambito astrologico. Ci parla anche di studio e terapia. Nel lato ombra può indicare freddezza, apatia, misantropia, pessimismo, anaffettività, chiusura. Anche crisi mal vissuta o mal superata.

La Ruota della Fortuna – Numero 10

Tarocchi il significato degli Arcani Maggiori la ruota della fortuna arcanimaggiori.com  - Tarocchi: il significato degli Arcani Maggiori – Seconda parte Si chiude un ciclo. Cambiamento, il transito planetario dei pianeti sul nostro oroscopo, (ruota zodiacale), la macchina del destino, il fato, il karma. Viaggio, spostamento, movimento, mezzi di trasporto su ruote, fortuna (intesa anche come somma di denaro), merito, riconoscimento. Questo Arcano Maggiore è sovente stereotipato dal diffuso pensiero che esso indichi vincite al lotto o alla lotteria. In realtà Fortuna e Sfortuna sono concetti tipicamente umani e relativi. In alcuni casi può anche indicare una importante somma di denaro, ma ciò dipenderà dall’intero complesso della stesa. E poi cosa si può veramente ritenere una fortuna? Se la Giustizia ci dice che non sempre ciò che è giusto sia bene, la ruota della fortuna ci dice che non sempre ciò che è fortuna sia veramente una manna dal cielo. Le cronache parlano spesso di rovinosi rovesci accaduti a coloro che sono stati travolti da una fulminea e sovente cospicua fortuna. Senza la forza di gestione e controllo (Arcano undicesimo) non vi può essere sostegno a un cambiamento radicale di posizione. Nel suo lato ombra può indicare difficoltà di cambiamento, di viaggio o movimento. Oppure vi è un muoversi privo di senso o cambiamenti continui e senza costrutto.

La Forza – Numero 11

Tarocchi il significato degli Arcani Maggiori la forza arcanimaggiori.com  - Tarocchi: il significato degli Arcani Maggiori – Seconda parte Il significato di questa carta dei Tarocchi è legato ad un nuovo inizio, una nuovo ciclo che si apre. Iniziativa, forza, coraggio, resistenza, salute fisica, muscoli, sportività, energia, gestione, controllo, intraprendenza. Una donna manager, la suocera, la compagna del Bagatto (quando escono entrambi in una stesa). L’Arcano della Forza rappresenta anche l’uso della Parola (simbologia comune con il Bagatto) e la capacità dialettica. Ella prende in mano la situazione per gestirla al meglio. Ci spinge a prendere in mano la nostra vita e a reagire impedendoci di cadere nell’inerzia o nell’indolenza. Indica lavoro, attivismo, operatività. Può indicare una situazione professionale positiva. Una nuova impresa. Nel suo lato ombra può indicare debolezza e mancanza di energia o vero e proprio spreco di forza. Difficoltà nella gestione e nel controllo. Una donna priva di forze o con intenzioni nocive per se stessa e gli altri.

L’appeso – Numero 12

Tarocchi il significato degli Arcani Maggiori appeso arcanimaggiori.com  - Tarocchi: il significato degli Arcani Maggiori – Seconda parte Attesa, fermo, stallo, blocco, sospensione, inazione, arresto, sacrificio. Egli sceglie di appendersi e sospendersi. Questa carta non piace a molti consultanti perché viene vista rappresentativa di una condizione di dolore e stallo. Come fosse una agonia, una sofferenza. In realtà l’Appeso ci conduce alla visione di una nuova prospettiva; di un nuovo punto di vista. Egli osserva il cielo e quindi una posizione più elevata, un ideale più alto. Ci spinge a vedere la nostra situazione con occhi diversi, con nuovi scorci. Questa valenza interpretativa non va affatto sottovalutata e ci fa comprendere come non dare per scontato o assodato il significato simbolico di ogni singolo Arcano, allontanandoci quindi, da una visione manichea applicata al simbolo. Ovviamente il dodicesimo Arcano ci fa comprendere quanto possa essere importante fermarsi in un mondo, quello occidentale, divorato dalla fretta forsennata e da un diffuso stato di urgenza. Per tale ragione L’Appeso ci può parlare di meditazione, riposo, relax e pratiche yoga. La posizione delle sue gambe ricorda infatti un’asana. La posizione rovesciata può parlare di difficoltà economiche (tasche che si svuotano) o di spese superiori al previsto o comunque di cattiva gestione. Egli rappresenta anche lo schema o sistema entro il quale ognuno di noi vive la propria vita. Il ripetersi di schemi, meccanismi e condizionamenti. Come un criceto che corre sempre dentro la stessa ruota e gli pare di andare avanti, ma invece resta sempre dov’è. Non si evolve. Non cresce. Resta bloccato in una zona comfort di sicurezza. La corda che lo lega rappresenta un vincolo o un cavetto di sicurezza: le carte vicine potranno chiarirne la funzione. Se compare a fianco di una carta che ha la spada, si esprime in un “tagliare la corda”, quindi in una sorta di “fuga” utile ad uscire da una situazione stagnante e disfunzionale. Se si colloca al termine di una stesa la sua risposta alla domanda è un NO. Meglio stare fermi e attendere tempi nuovi.

L’arcano senza nome – Numero 13

Tarocchi il significato degli Arcani Maggiori la morte arcanimaggiori.com  - Tarocchi: il significato degli Arcani Maggiori – Seconda parte Nel Tarocco di Marsiglia è l’arcano con il numero, ma senza nome, mentre nella maggior parte dei mazzi di Tarocchi divinatori è chiamato “La Morte”. È un Arcano che spaventa la maggior parte dei consultanti perché associato alla morte fisica, ma in realtà si tratta di una lama estremamente importante per il nostro percorso evolutivo. È necessario lasciar “morire” parti di noi se vogliamo trasformarci e andare verso (il personaggio avanza verso il futuro) un nuovo modo di essere. Taglio, trasformazione, metamorfosi, mutamento: queste alcune delle principali parole chiave del tredicesimo Arcano. Occorre lasciare dietro di sé tutto ciò che non risulta più necessario o funzionale ai fini di un avanzamento e una crescita. Come Saturno in Astrologia, qui si tagliano i rami secchi per lasciare spazio a nuove fioriture, nuovi germogli e quindi nuovi raccolti. Eliminare ciò che non ci serve più è impegnativo e può provocare sofferenza. Ecco qui espressa la difficoltà ad accettare questo Arcano, così sovente incompreso o mal interpretato. Tra le sue simbologie possiamo trovare anche la paura, la rabbia, la frustrazione, la malattia, il licenziamento, separazione o divorzio. Nella mia esperienza ho spesso trovato una rabbia legata al periodo dell’adolescenza quindi a un vissuto non del tutto metabolizzato. Può parlarci anche di musica (un flauto presente sul cartiglio) e di strumenti musicali. Soffermiamoci un attimo per una sosta ristoratrice lungo il cammino attraverso gli Arcani e lasciamo depositare le informazioni finora acquisite, in particolare quelle riguardanti le lame 12 e 13: custodi di simbologie molto dense e profonde. Il mese prossimo riprenderemo lo studio di ogni singola carta e in futuro ne vedremo anche i significati al rovescio, oltre alla spiegazione di analogie e risonanze.

How useful was this post?

Click on a star to rate it!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *